Concorso funzionari Agenzia delle Entrate, data e sede a febbraio 2019

Nuovo rinvio di data e sede per il concorso 510 funzionari presso l’Agenzia delle Entrate: con l’avviso del 14 dicembre la pubblicazione viene rinviata a febbraio.

Concorso funzionari Agenzia delle Entrate, data e sede a febbraio 2019

Concorso 510 funzionari amministrativo tributari: l’Agenzia delle Entrate il giorno 14 dicembre 2018 ha informato sul rinvio della pubblicazione della data e della sede d’esame tramite un avviso sul sito ufficiale.

La date e la sede del concorso per l’assunzione di 510 funzionari saranno pubblicate il 1° febbraio 2019 sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate.

Ennesimo rinvio rispetto alla data originaria che, si ricorda, era fissata al 5 giugno 2018. I candidati al concorso dovranno attendere ancora e sarà l’anno nuovo quello in cui (forse..) si svolgeranno le prove.

Con tale selezione pubblica l’Agenzia delle Entrate mira all’assunzione a tempo indeterminato di 510 funzionari per lo svolgimento dell’attività amministrativo-tributaria.

Concorso 510 funzionari, rinvio della pubblicazione di data e sede

Con l’avviso del 14 dicembre 2018 l’Agenzia delle Entrate ha informato sul rinvio della pubblicazione della data e della sede del concorso finalizzato all’assunzione di 510 funzionari amministrativo tributari.

Data e sede della prova d’esame saranno pubblicate il 1° febbraio 2019 sul sito web dell’Agenzia delle Entrate.

Tale proroga della pubblicazione delle informazioni inerenti allo svolgimento del concorso per l’assunzione a tempo indeterminato di 510 unità per la terza area funzionale, fascia retributiva F1, fa riferimento al bando pubblicato dalle Entrate sul proprio sito il 17 aprile 2018 contenente il provvedimento n. 75143/ 2018.

Concorso funzionari amministrativo tributari, ecco le prove d’esame

Per i candidati che hanno inviato la domanda per il concorso pubblico dell’Agenzia delle Entrate finalizzato all’assunzione di 510 funzionari amministrativo tributari si ricorda che le prove d’esame saranno le seguenti:

  • prova oggettiva attitudinale;
  • prova oggettiva tecnico-professionale;
  • tirocinio teorico-pratico integrato da una prova finale orale.

La prova oggettiva attitudinale consiste in un test a risposta multipla e mira ad accertare il possesso da parte del candidato delle attitudini e delle capacità di base necessarie per acquisire e sviluppare la professionalità richiesta.

Saranno ammessi a partecipare alla seconda prova i candidati che riportano il punteggio di almeno 24/30.

La prova oggettiva tecnico-professionale consiste in diversi quesiti a risposta multipla sulle seguenti materie:

  • diritto tributario;
  • diritto civile e commerciale;
  • diritto amministrativo;
  • elementi di diritto penale;
  • contabilità aziendale;
  • organizzazione e gestione aziendale;
  • scienza delle finanze;
  • elementi di statistica.

Anche in questo caso il punteggio minimo per essere ammessi alla fase di tirocinio dovrà essere di almeno 24/30.

Il tirocinio teorico-pratico avrà la durata di 6 mesi e si svolgerà presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate. È previsto un rimborso spese di 1.450 euro lordi e sono ammesse al massimo 20 giornate di assenza.

Al tirocinio seguirà la prova orale finale che verterà sulle seguenti materie:

  • diritto tributario;
  • diritto civile e commerciale;
  • elementi di diritto penale;
  • contabilità aziendale.

Si ricorda infine che la data e la sede del concorso pubblico saranno notificate sul sito dell’Agenzia delle Entrate il giorno 1° febbraio 2019.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Agenzia delle Entrate

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.