Borse: giornata da dimenticare per listini europei e orientali

Cali per molte tra le maggiori borse europee e giornata da dimenticare per il listini orientali, principali vittime dello scandalo Huawei. Male anche Piazza Affari

Borse: giornata da dimenticare per listini europei e orientali

Sofferenza per il listini europei e per quelli orientali.

A influire sulla mossa al ribasso di una così larga fetta di mercato è lo scandalo legato all’arresto della Cfo di Huawei Wanzhou Meng, figlia del fondatore del gigante tech cinese.

La donna è stata accusata di aver violato le sanzioni statunitensi imposte contro l’Iran.

Borse: giornata da dimenticare per listini europei e orientali

La circostanza ha spinto in basso Piazza Affari, con il Ftse Mib che perde il 3% a 18.755 punti, colpendo - seppur in maniera minore - Francoforte, che cede il 2,6%, Parigi (-2,5%) e Londra (-2,4%).

Giornata completamente da dimenticare invece quella dell’Hang Seng, che ha segnato le perdite più gravi tra i listini orientali, registrando un -2,96%.

Gli investitori si sono quindi mostrati notevolmente scoraggiati rispetto allo scandalo che ha colpito il gigante cinese di telefonia, andando a incidere ancora più gravemente sulla già scarsa fiducia che i mercati avevano mostrato nei riguardi della recente tregua commerciale firmata al G20 da Usa e Cina.

Male anche Tokyo, che ha fatto registrare un -1,91% in chiusura di sessione, mentre le perdite di Shenzhen sono arrivate a 2,16% e quelle di Shanghai all’1,66%.

Intanto, in risposta all’arresto avvenuto stamattina in Canada, il governo di Pechino ha chiesto l’immediato rilascio della Cfo e attende ora la pronuncia del giudice, che arriverà però solo nel corso della giornata di domani.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Borse Europee

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.