Bonus 600 euro: domande al via per i dipendenti del turismo a tempo determinato

Bonus 600 euro: è possibile fare domanda per ottenere l’indennità COVID-19 per i mesi di marzo, aprile e maggio anche per gli stagionali del turismo, ma con contratto a tempo determinato e pertanto esclusi dai decreti dei mesi scorsi. Vediamo come fare richiesta online sul sito di INPS.

Bonus 600 euro: domande al via per i dipendenti del turismo a tempo determinato

Bonus 600 euro: i lavoratori del turismo con contratto a tempo determinato possono finalmente fare domanda online per ottenere le indennità COVID-19 delle mensilità di marzo, aprile e maggio 2020.

Il bonus 600 euro era infatti stato precluso, con il Cura Italia e con il decreto Rilancio, agli stagionali del turismo non riconosciuti come tali da INPS perché non titolari di un contratto stagionale vero e proprio, ma di un contratto a tempo determinato.

Dopo le molte proteste da parte degli stagionali (non stagionali) del turismo, la ministra del Lavoro Nunzia Catalfo aveva promesso una norma per concedere anche a questi lavoratori il bonus 600 euro.

Il 13 luglio è arrivato infatti il decreto interministeriale che ha dato il via al bonus 600 euro per i dipendenti a tempo determinato del turismo. Vediamo nel dettaglio ora come fare domanda per il bonus 600 euro.

Bonus 600 euro: come fare domanda online

Per il bonus 600 euro fare domanda online per i dipendenti con contratto a tempo determinato del settore turismo e stabilimenti termali è molto semplice. INPS ha implementato, come ha fatto anche per il congedo parentale COVID-19, la procedura online per fare domanda del bonus 600 euro.

Il servizio dedicato alle indennità COVID-19 è sempre lo stesso, ma si arricchisce. Andiamo per gradi:

  • prima di tutto l’utente deve accedere all’area riservata del servizio dedicato al bonus 600 euro con le credenziali proprie che sono codice fiscale e PIN o anche SPID, CIE, CNS;
  • una volta fatto l’accesso l’utente deve inserire numero di telefono, cellulare e indirizzo email valido e cliccare su “avanti”;
  • a questo punto deve selezionare la prima opzione che gli si presenta vale a dire “Indennità per il mese di marzo, aprile e maggio prevista dal Decreto applicativo art.44 DL 18/2020 e dal «DL Rilancio»”;
  • in fondo alla schermata bisognerà selezionare dal menù a tendina la categoria di indennità e nello specifico Lavoratori dipendenti tempo determinato del turismo e degli stabilimenti termali (articolo 2. D.I. 13/07/2020). Premere “avanti”;
  • selezionare la modalità di pagamento tra accredito su conto corrente, bonifico domiciliato o accredito su un IBAN Area SEPA (extra Italia). Scegliendo una delle opzioni occorre inserire i dati relativi (IBAN per esempio). Premere avanti;
  • ora bisogna rilasciare le dichiarazioni selezionando i campi e la domanda si conclude con l’autorizzazione al trattamento dei dati personali;
  • nella pagina successiva selezionando il pulsante “conferma” la domanda viene inviata e non sarà più possibile modificarla. Con il pulsante abbandona la domanda per il bonus 600 euro delle tre mensilità viene cancellata.

Non il bonus 600 euro, ma un bonus 1.000 euro una tantum dovrebbe essere riconosciuto anche ai dipendenti del turismo a tempo determinato con il decreto Agosto.

Bonus 600 euro lavoratori turismo a tempo determinato: requisiti

Riepiloghiamo ora i requisiti che i lavoratori a tempo determinato del turismo e stabilimenti termali devono avere per fare domanda per il bonus 600 euro in tre mensilità per un totale di 1.800 euro.

Andando al decreto interministeriale del 13 luglio leggiamo chiaramente all’articolo 2- Indennità per i lavoratori dipendenti a tempo determinato del settore del turismo e degli stabilimenti termali i requisiti per avere il bonus 600 euro sono cumulativamente:

  • titolarità nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 17 marzo 2020 di uno o più contratti di lavoro a tempo determinato nel settore del turismo e degli stabilimenti termali, di durata complessiva pari ad almeno 30 giornate;
  • titolarità nell’anno 2018 di uno o più contratti di lavoro a tempo determinato o stagionale nel medesimo settore di cui sopra di durata complessiva pari ad almeno 30 giornate;
  • non avere pensione e rapporto di lavoro dipendente all’entrata in vigore del decreto.

Il bonus 600 euro - che non è cumulabile con altri bonus del Cura Italia e del Rilancio, con la cassa integrazione, reddito di cittadinanza e reddito di emergenza - è coperto delle risorse a valere sul Fondo del reddito di ultima istanza introdotto dall’articolo 44 del decreto n.17/2020 e successive modifiche e integrazioni.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories