BCE: la crescita non è ancora ai livelli pre-crisi

La crescita dell’Eurozona? Ancora lontana dai livelli pre-crisi. Le considerazioni della BCE emerse dal suo tradizionale bollettino economico

BCE: la crescita non è ancora ai livelli pre-crisi

Secondo il bollettino economico della BCE, il potenziale di crescita della zona euro non si è ancora riportato sui livelli precedenti la crisi finanziaria globale del 2008.

Lo slancio e la ripresa ci sono stati, ha ricordato l’istituto di Mario Draghi, che ha sottolineato come l’Eurozona sia comunque riuscita ad allontanarsi dai minimi registrati nel pieno di quella stessa crisi - quando il potenziale di crescita è scivolato sotto l’1%.

“In base alle stime a nostra disposizione la crescita potenziale della zona euro è migliorata negli ultimi anni, ma resta al di sotto dei livelli pre-crisi”.

Oggi, il citato potenziale, ossia il ritmo a cui l’economia può ampliarsi senza determinare un eccesso di inflazione, si sta attestando intorno all’1,5%.

Crescita ostacolata dall’invecchiamento demografico?

Secondo il bollettino BCE, le condizioni demografiche sfavorevoli continueranno a pesare sul citato potenziale di crescita economica che, per questo, si manterrà sotto pressione.

Ad esercitare pressioni ribassiste in tal senso sarà soprattutto l’invecchiamento demografico, che agirà come freno allo slancio nei prossimi decenni.

“Le costrizioni dal lato dell’offerta dovrebbero farsi più importanti e questo comporterà una graduale accelerazione della dinamica salariale e dell’inflazione core”,

ha concluso il bollettino della BCE.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su BCE

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.