NIO, Tesla, Ford: come investire sull’automotive del futuro

Ufficio Studi Money.it

3 Giugno 2021 - 15:28

3 Giugno 2021 - 15:39

condividi

L’astro nascente dell’elettrico (NIO), la società simbolo della nuova mobilità (Tesla) ed un player tradizionale che abbraccia il futuro (Ford): come investire in queste tre società con un Certificato di investimento messo recentemente sul mercato da BNP Paritbas

NIO, Tesla, Ford: come investire sull'automotive del futuro

Investire sul futuro dell’auto, quello che contempla motorizzazioni elettriche, deve rappresentare una scelta naturale per ogni investitore.

Questo perché quello di una maggiore attenzione alle tematiche ambientali rappresenta uno dei temi che con tutta probabilità continuerà a dominare anche i prossimi anni.

Questo ovviamente vuol dire sia puntare sui nuovi player del settore e sia su quei colossi che hanno deciso di abbracciare la nuova tendenza destinata a dominare il mercato dell’automotive.

Se da un punto di vista economico gli incentivi statali stanno limando il gap di prezzo tra le motorizzazioni tradizionali e quelle elettriche (ed ibride), la manutenzione di questi nuovi veicoli appare da subito decisamente più conveniente poiché i motori elettrici sono più semplici e caratterizzati da un numero ridotto di parti usurabili.

NIO: la rivoluzione della ricarica

E’ di circa un mese fa la notizia che il brand cinese NIO si appresta a sbarcare nel Vecchio continente. Quella che da sempre viene definita la “Tesla asiatica” debutterà in Europa in un mercato particolarmente sfidante come quello norvegese (nel 2021 la Norvegia è stato il primo mercato in cui la vendita di vetture elettriche ha superato quella di auto tradizionali).

In particolare, la casa cinese inizierà con la commercializzazione del suo nuovo SUV ES8 e della berlina ET7 e con la creazione di nuove stazioni di ricarica rapida e di scambio della batteria. Quest’ultimo servizio, denominato “Power Swap”, rappresenta il pezzo forte del produttore cinese: si tratta di stazioni dove, al posto di essere caricata, la batteria è sostituita in tre minuti.

Azioni NIO. Fonte: Teletrader

Tesla: arriva il Pure Vision, boom del Cybertruck

Parlando di auto elettrica il primo nome che viene in mente è quello della statunitense Tesla. Questo perché la casa fondata da Elon Musk è stata la prima a proporre motorizzazioni 100% elettriche arrivando in breve tempo a diventare il benchmark di riferimento quando si parla di nuova mobilità.

Nuova mobilità intesa non solo come motorizzazioni elettriche ma anche in termini di guida autonoma. In questo senso, l’ultima novità è rappresentata dal nuovo Autopilot: la soluzione, ribattezzata da Musk «Pure Vision», sostituirà il radar con un sistema in grado di “capire” cosa sta guardando.

Ma di Tesla negli ultimi giorni si è molto parlato anche in relazione al suo Cybertruck. Secondo indiscrezioni, le prenotazioni per il pickup dal design particolarmente inusuale avrebbero raggiunto quota 1 milione di pezzi.

Azioni Tesla. Fonte: Teletrader

Ford F-150: un mito diventa elettrico

E parlando di pickup il pensiero non può che andare a Ford Motor, che qualche settimana fa ha presentato il nuovo Mustang Mach-E crossover, un veicolo 100% elettrico, ed annunciato le versioni elettriche del Transit e dell’iconico F-150, il pickup storicamente in testa alle vendite di veicoli negli Stati Uniti.

Si tratta di iniziative rientranti nel piano che dovrebbe portare, entro il 2030, il 40% della gamma ad essere 100% elettrico. Il piano, chiamato «Ford+», prevede un esborso di 30 miliardi di dollari e, otre ai veicoli, comprende il coinvolgimento di Ford anche nel campo della realizzazione di batterie elettriche.

Ed a proposito di batteria, tramite il Ford Intelligent Back Up Power è possibile trasformare l’F-150 in una batteria mobile: in caso di blackout può alimentare un’abitazione fino a tre giorni.

Azioni Ford Motor. Fonte: Teletrader

Come investire su tre campioni dell’elettrico

Per ottenere un’esposizione alle azioni NIO, Tesla e Ford Motor è possibile acquistare il Double Maxi Cash Collect emesso da BNP Paribas con codice ISIN NLBNPIT12JH4.

Si tratta di un prodotto che, come evidente dal nome, permette di ottenere due potenziali Maxi premi nelle prime due date di valutazione trimestrali: nel caso in cui il valore delle tre azioni sia maggiore o uguale al rispettivo livello barriera, il prodotto distribuirà il 9,5%.

Fissato al 55% del valore iniziale, il livello barriera di NIO è pari a 18,8045 dollari, quello di Tesla è a 317,8285$ e quello di Ford Motor a 6,6770$.

Inoltre, nelle successive date di rilevazione trimestrali il prodotto distribuirà un premio dell’1,5% a condizione che il valore delle tre azioni sia maggiore o uguale del livello barriera.

Sia i due maxi premi che i successivi premi trimestrali prevedono l’Effetto Memoria: tramite questo meccanismo, i premi eventualmente non distribuiti potranno essere pagati se, in una delle successive date di osservazione, la condizione del pagamento sarà soddisfatta.

A partire dal sesto mese, su questi Certificati è possibile il rimborso anticipato se, nelle date di osservazione mensili, il valore dell’azione con la performance peggiore risulterà pari o superiore al valore iniziale (32,19$ per NIO, 577,87$ per Tesla, 12,14$ per Ford).

A scadenza, fissata per il 20 maggio 2024, sono due gli scenari possibili per gli investitori:

  • se il valore dei tre sottostanti risulterà pari o superiore al livello barriera, il Certificate rimborserà il valore nominale più il premio trimestrale (e gli eventuali premi non pagati precedentemente in virtù dell’Effetto Memoria);
  • se il valore di almeno una delle azioni sottostanti sarà inferiore al livello barriera, il Certificate pagherà un importo commisurato alla performance del titolo peggiore (con conseguente perdita sul capitale investito).

Particolarmente importante è il fatto che questo certificato di investimento prevede la cosiddetta Opzione Quanto. Con questo tipo di clausola l’investitore viene protetto dal rischio di cambio, nel caso, come questo, il sottostante è quotato in valuta estera.

Questo prodotto è quotato sul mercato SeDeX di Borsa Italiana e negoziabile nei giorni di Borsa aperta dalle 9:05 alle 17:30. La liquidità è garantita dalla costante presenza del market maker.

Resta sempre aggiornato

Iscriviti alla newsletter di BNP Paribas

Iscriviti subito

AVVERTENZA

La presente pubblicazione è stata preparata da Money.it srl a socio unico (l’Editore), con sede legale in Via di Vigna Fabbri, 5, 00179, Roma, in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore. Le informazioni e le opinioni contenute nella presente pubblicazione sono state ottenute o estrapolate da fonti ritenute affidabili dall’Editore; tuttavia, l’Editore non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro accuratezza, adeguatezza o completezza. BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas non si assumono alcuna responsabilità per il relativo contenuto. Gli scenari, le presunzioni di calcolo, i dati e le performance passate, i prezzi stimati, gli esempi dei potenziali ricavi o le valutazioni hanno valore meramente illustrativo/informativo, senza alcuna garanzia che tali scenari o ricavi potenziali possano verificarsi o essere conseguiti. In ogni caso, l’Editore non è responsabile per qualsiasi perdita o danno, diretto o indiretto, che possa derivare dall’utilizzo dei contenuti della presente pubblicazione.

Per informazioni su Money.it srl a socio unico, in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

Argomenti

# Ford
# Nio

Iscriviti a Money.it

Selezionati per te

Azioni Leonardo: ci attendiamo una correzione

Turbo Certificate Idea & Investment Certificate

Azioni Leonardo: ci attendiamo una correzione

Azioni Eni: gap chiuso, nuovi guadagni in arrivo?

Turbo Certificate Idea & Investment Certificate

Azioni Eni: gap chiuso, nuovi guadagni in arrivo?