Office per Ipad: come funziona, cosa include, quanto costa

Office per Ipad: dopo una lunga attesa il pacchetto software che vanta numerosi tentativi di imitazione è finalmente disponibile anche sui tablet di casa Apple. Vediamo insieme che cosa include, come funziona, quanto costa e per chi vale la pena provarlo.

Office per Ipad: il suo debutto ufficiale nel dorato mondo Apple lo avevamo annunciato già qualche giorno fa, nella piena consapevolezza che non fosse un lancio sul mercato possibile da ignorare. I tablet - che siano prodotti dalla multinazionale di Cupertino o da qualche aggressivo concorrente coreano – sono una realtà sempre più diffusa, soprattutto tra i professionisti e gli studenti che da sempre sono la clientela di elezione del pacchetto software di casa Office. Pacchetto che, come nello slogan della nostra Settimana Enigmistica, vanta innumerevoli tentativi di imitazione, alcuni molto riusciti, altri decisamente meno.

L’arrivo di Office, quello vero, sugli Ipad era quindi considerato da molti ormai solo una questione di tempo. Adesso, di fronte al fatto compiuto, vediamo insieme quali sono le caratteristiche principali da tenere in considerazione.

Che cosa include?

Innanzitutto, il pacchetto si divide in quattro app autonome: tre correlate ai programmi più famosi (Word, Excel e PowerPoint) oltre a OneNote, un blocco di appunti digitale.

Quanto costa?

Ma veniamo alle dolenti note: chi fosse ingolosito dalla possibilità di non dover più ricorrere ad alternative (non sempre all’altezza) dei programmi targati Office, quanto dovrebbe pagare? Per limitarsi a scaricare le app e a utilizzarle per la visualizzazione dei documenti assolutamente niente; ben diverso il discorso per chi fosse intenzionato a modificare testi, tabelle o immagini. In questo caso, infatti, è necessario essere titolari di un account Office 365, il cui pacchetto Home Premium costa 10 euro al mese (oppure 99 euro l’anno) ed è valido su 5 computer (Pc o Mac) e fino a 5 tablet.

Come funziona?

E’ indispensabile che l’Ipad sul quale intendiamo sfruttare le potenzialità del sistema Office sia dotato di iOS 7.0 (e successivi) e, grazie anche all’integrazione con OneDrive – il servizio cloud di Microsoft – si potrà ottenere una formattazione dei documenti identica su tutti i dispositivi condivisi, oltre alla piena possibilità di recuperare in ogni momento il lavoro iniziato altrove. Il tutto, ovviamente, all’interno di programmi che riescono a garantire importanti analogie con le loro versioni desktop, coniugate con alcune peculiarità tipiche dell’Ipad.

A chi conviene?

Insomma, tirando le somme, qual è l’utente che trarrebbe più vantaggio da un eventuale acquisto? Una domanda niente affatto oziosa, soprattutto se consideriamo quanti possessori di Ipad siano riusciti a sopravvivere egregiamente fino ad oggi senza poter utilizzare Office. Chiaramente Microsoft nella sua offerta cerca di far leva sulla familiarità dell’ambiente Office e sul segmento mercato dei professionisti, i quali più di altri potrebbero non aver ancora trovato – gratis o a prezzi contenuti – la soluzione ideale per poter lavorare adeguatamente su testi, slide e grafici.

Iscriviti alla newsletter Tecnologia

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.