Norvegia sorprende: ok a straordinario taglio dei tassi di interesse

Anche la Norvegia ha tagliato (drasticamente) i tassi di interesse per combattere il coronavirus. Tutti i dettagli

Norvegia sorprende: ok a straordinario taglio dei tassi di interesse

Anche la Norvegia ha sorpreso tutti operato un maxi taglio dei tassi di interesse.

L’obiettivo? Sempre lo stesso: rispondere con tutti gli strumenti possibili all’emergenza coronavirus.

La pandemia ha imposto alle banche centrali di tutto il mondo di intervenire per fermare, per quanto possibile, gli effetti dirompenti della pandemia che purtroppo ha già portato numerosi analisti a parlare di un mondo in recessione nel 2020. A sorprendere, oggi, è stata la Norvegia.

Norvegia abbatte i tassi di interesse: i dettagli

La notizia è giunta come un fulmine a ciel sereno nelle prime ore della mattinata odierna. Norges Bank, la banca centrale di Norvegia appunto, ha ridotto drasticamente il costo del denaro portandolo dal precedente 1% all’attuale 0,25%.

Un taglio di 75 punti base (giustificato dalla necessità di alleviare le conseguenze del coronavirus) che potrebbe essere seguito da altre revisioni.

La decisione della banca centrale di Norvegia è arrivata a una settimana esatta dal primo taglio dei tassi di interesse (giù di mezzo punto percentuale) in occasione del quale il governatore Oeystein Olsen ha parlato di un’economia in stato emergenziale.

Banche centrali in azione

Norges Bank non è stata l’unica banca centrale a intervenire contro il coronavirus. Nelle ultime settimane gli istituti di tutto il mondo hanno strappato il calendario dei meeting prestabiliti e hanno ripetutamente sorpreso i mercati con riunioni straordinarie e improvvise.

Si pensi ad esempio alla Federal Reserve, che ha annullato il vertice del 18 marzo dopo aver tagliato i tassi sia il 3 che il 15 del mese.

O ancora alla BCE, che dopo aver deluso tutti nel meeting di giovedì 12 ha tentato di recuperare la situazione con una riunione d’emergenza nella quale è stato concordato un nuovo, imponente Quantitative Easing.

Per non parlare poi degli interventi messi in campo dagli altri istituti, dalla Cina all’Australia, fino ad arrivare alla Bank of England, che ieri ha portato i tassi di interesse a un minimo storico dello 0,1%.

La banca centrale di Norvegia, insomma, non è stata l’unica a rispondere all’emergenza coronavirus.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Norges Bank

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.