La maxi scommessa short su Nintendo

Qualcuno sta scommettendo la roboante cifra di 375 milioni di dollari contro Nintendo. Chi è e perché una mossa simile?

La maxi scommessa short su Nintendo

C’è un nuovo cattivo nel mondo di Nintendo.
Si chiama Gabriel Plotkin, capo dell’hedge fund di New York Melvin Capital Management, che ha scommesso 375 milioni di dollari contro il colosso giapponese dei videogiochi.

Plotckin ha rappresentato il 7% del volume di trading giornaliero di Nintendo nelle ultime settimane, contribuendo al calo delle azioni da maggio; calo che ha disorientato non poco gli analisti.

Gli stessi investitori, preoccupati per le pessime prestazioni, guardano alla posizione di Plotkin con timore. Il momento no di Nintendo è al centro della stampa finanziaria e delle attenzioni sui social, dove sono in molti a chiedersi fin dove possa arrivare la perdita di fiducia degli azionisti. Il titolo è crollato del 27% rispetto ai massimi di maggio.

Secondo Atul Goyal, analista di Jefferies Group, quello che è venuto a mancare con Nintendo è l’equibrio, visto che a un periodo dominato dall’eccessivo ottimismo ne ha fatto seguito uno dove regna enorme pessimismo.
Il fondo di Plotkin, di 1,1 milioni di azioni, è pari a circa lo 0,8% delle azioni di Nintendo. Si tratta della maggiore scommessa contro la società dal 2013.

Chi è Gabriel Plotkin e perché scommette contro Nintendo?

Plotkin ha dato vita al suo fondo nel dicembre 2014 grazie anche all’appoggio e il sostegno finanziario di Steven A. Cohen, controverso fondatore di SAC Capital. Nel 2015, il primo anno di attività di Plotkin, Melvin Capital ha guadagnato il 47%, portandosi al secondo posto nella classifica dei 50 hedge fund di Bloomberg. Negli anni, è riuscito a consolidare la sua posizione grazie a scommesse rialziste su Amazon e Netflix.

Melvin Capital, con un capitale di circa 7 miliardi di dollari, non ha motivato la sua maxi scommessa al ribasso su Nintendo. In linea generale, si concentra sulle società di beni di consumo e al momento detiene posizioni su almeno 70 titoli tra cui Electronic Arts e Twitter.

La pressione al ribasso sulle azioni ha creato grande scompiglio. Nintendo Switch - a cui ha fatto seguito molto preso Nintendo Switch 2 - è diventata una delle console più vendute nella storia dopo la sua uscita, quintuplicando il profitto operativo annuale dell’azienda. Eppure il calo drastico del titolo a maggio ha disorientato la maggioranza degli analisti.

Un caos che ha avuto il suo massimo in occasione dell’Electronic Entertainment Expo (E3), quando le azioni sono crollate dell’11% in due giorni. Un’analisi più approfondita ha subito mostrato che Plotkin aveva aumentato la sua posizione short in quei due giorni, con Melvin Capital che ha rappresentato il 6,1% del volume di trading il 22 giugno e il 7% il 17 luglio.

Non è chiaro per quanto tempo Plotkin manterrà la sua posizione su Nintendo. Gli hedge fund tendono a non scommettere a lungo. In media, Melvin Capital ha detenuto azioni per circa 8 mesi.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Giappone

Argomenti:

Investimenti Giappone

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.