Forex: sterlina in recupero contro la Brexit. Cosa aspettarsi ora?

Forex, sterlina: la valuta britannica recupera nei cambi maggiori nonostante lo spettro della Brexit. Vediamo le prospettive per i cambi EUR/GBP e GBP/USD in attesa della BCE.

La sterlina vive da mesi il pericolo Brexit come un macigno che la spinge ad un ribasso senza tregua.

L’eventuale voto favorevole all’uscita dall’UE, nel referendum del prossimo 23 giugno, rappresenterebbe un enorme costo per il Regno Unito oltre che un pericolo per l’intera Comunità Europea.

Negli ultimi giorni, tuttavia, la sterlina sembra rafforzarsi, in particolare contro euro e dollaro, in un percorso di ritracciamento che sembra piuttosto convinto.

Secondo alcuni analisti la ripresa è dovuta ai risultati degli ultimi sondaggi che vedono un aumento di coloro che sono a favore di una permanenza all’interno dell’UE.

I dati negativi usciti oggi riguardanti i salari e i sussidi di disoccupazione, inoltre, sembrerebbero aver fatto crescere i timori e quindi lo scetticismo riguardante la Brexit, agevolando l’apprezzamento della valuta britannica.

In attesa della riunione della BCE di domani e delle possibili novità proposte da Draghi e il suo staff, vediamo in uno scenario di analisi tecnica le prospettive offerte dai due cambi.

Forex, euro-sterlina: ritracciamento anticipato dall’andamento dei volumi

Il cambio euro-sterlina ha seguito un lungo trend rialzista, durato per tutto il primo trimestre di quest’anno, come evidenziato dalla trendline di colore verde nel seguente grafico giornaliero:

Durante questa settimana è avvenuta una rottura al ribasso della trendline, che ha confermato il percorso di ritracciamento intrapreso dal cambio, dopo il massimo stabilito a 0,811.

L’inversione avuta tra il 7 e l’8 aprile era stata anticipata dall’andamento dell’On Balance Volume (OBV).
I massimi crescenti stabiliti sia dal livello di prezzo che dai volumi, evidenziati dalle linee arancioni, presentavano un’inclinazione sensibilmente diversa, segnale di un esaurimento della forza rialzista del cambio, prossimo all’inversione.

Il ritracciamento, a questo punto, viaggia verso il suo primo obiettivo a 23.6, importante livello di accumulazione durante la precedente salita.

Il cambio EUR/GBP sarà direttamente influenzato dall’intervento di domani della BCE.
Anche se non dovessero essere presentati nuovi interventi di rilievo, le semplici parole utilizzate da Draghi per descrivere l’attuale situazione e il prossimo futuro dell’economia europea potrebbero spingere il cambio verso il 38.2 o, alternativamente, riportarlo in uptrend.

L’incertezza, alla vigilia di domani, è massima.

Forex, sterlina-dollaro: tendenza al rialzo ma prevale l’incertezza

Il cambio sterlina-dollaro ha vissuto una continua altalena nelle ultime settimane, soprattutto a causa dell’andamento instabile del dollaro:

La ripresa degli ultimi giorni, in maniera analoga rispetto ad euro-sterlina, ha riportato il cambio verso la banda alta di Bollinger, dopo il taglio convinto della media mobile a 20 periodi effettuato lunedì.

Dollaro-sterlina ha una evidente tendenza rialzista, che mira a raggiungere la resistenza di medio periodo situata a 1,45.
La frenata della giornata odierna, avvenuta ad un livello dove già altre volte il cambio aveva mostrato di arrendersi, preannuncia una fase altamente incerta che vedrà compimento solo nella giornata di domani e dopo la riunione della BCE.

Gli oscillatori presentano situazioni stabili, con l’indicatore RSI sopra al valore medio di 50 in una zona che raramente ha superato nel recente passato. Il MACD, invece, riflette la fase incerta vissuta dal cambio e sembra pronto ad intraprendere la strada al rialzo.

L’incertezza, insomma, ha caratterizzato la giornata di oggi, nell’attesa che domani si intuiscano le intenzioni future della sterlina.

Iscriviti alla newsletter Analisi dei Mercati

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.