Forex: il dollaro scende, i dati USA sono deboli. Euro stabile

Flavia Provenzani

12 Febbraio 2015 - 18:36

condividi

Il dollaro statunitense scende, i dati pubblicati sulle vendite al dettagli e sussidi di disoccupazione sono più deboli del previsto. Intanto l’euro è stabile, la BCE dà alla Grecia 5 miliardi di euro

L’indice delle vendite al dettaglio e il dato sulle richieste dei sussidi di disoccupazione sono più deboli di quando previsto. Intanto la Grecia ottiene un’aiuto dalla BCE di 5 miliardi di euro.

Il dollaro è in perdita nella giornata di giovedì, dopo la pubblicazione dei dati economici degli Stati Uniti più deboli del previsto, anche se le prospettive rimangono buone: molti investitori continuano a spuntare su un rialzo dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve intorno alla metà di quest’anno.

L’USDX, l’indice del dollaro è sceso dopo due giorni consecutivi di guadagni. Nel mese di febbraio, l’indice del dollaro è sceso dello 0,5%.

L’indice delle vendite al dettaglio è sceso dello 0.8% a gennaio, mentre le richieste per i sussidi di disoccupazione crescono a 300 mila nell’ultima settimana.

«Ovviamente c’è delusione per la debolezza dei risultati di questi dati, ma questi numeri non devono alterare le aspettative di un rialzo dei tassi di interesse»

ha dichiarato Shaun Osborne, strategist alla TD Securities a Toronto.

«La maggior parte che la Fed sta dichiarando porta il mercato a pensare che la seconda metà dell’anno sia un buon momento per aspettarsi il primo aumento dei tassi. Per questo gli investitori non hanno reagito molto negativavente alla notizia dell’entità dei dati pubblicati oggi.»

A metà mattinata della sessione di trading di New York, l’indice del dollaro è sceso dello 0,7% a 94.33.

Il dollaro cade dell’1.1% nei confronti dello yen a 119,12.

L’euro invece sale al massimo settimanale contro il dollaro, in aumento dello 0.4% a 1,1380 dollari.

“Nonostante i risultati deboli dei dati pubblicati oggi, il cambio euro dollaro sta lottando per mantenere il suo livello massimo"

ha detto Osborne a Reuters.com.

«Non mi aspetto che l’euro possa fare meglio meglio.»

L’euro si riprende dalla notizia secondo cui la BCE ha concesso come sostegno d’emergenza circa 5 miliardi di euro alle banche greche, ma il destino dell’accordo internazionale di salvataggio della Grecia rimane ancora incerto.

Il nuovo primo ministro greco Alexis Tsipras ha detto ai leader europei che il piano di austerità sta uccidendo l’economia del suo Paese e che si deve trovare un’alternativa.

La corona svedese è sceso al livello più debole da aprile 2009 nei confronti del dollaro, era invece salita dello 0,9% a 8,4554 corone dopo che la banca centrale della Svezia aveva tagliato il tasso di interesse, portandolo in territorio negativo.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.