Forex: dollaro franco svizzero, è parità!

Dopo quasi un anno dollaro e franco svizzero tornano in parità. Economia USA sempre più forte spinge una valuta inarrestabile. Aumento tassi a dicembre sempre più vicino

È stata raggiunta la parità tra dollaro e franco svizzero! Dopo la pubblicazione dei dati sulle vendite al dettaglio negli Stati Uniti oltre le aspettative il dollaro ha acquistato fiducia riprendendo la sua corsa nei confronti delle principali valute mondiali. Il franco svizzero che prima delle elezioni presidenziali sembrava stesse riacquistando la sua proprietà di valuta rifugio perde terreno nei confronti del dollaro per il settimo giorno consecutivo cedendo al biglietto verde l’attesa parità.

USD/CHF: quali sono le cause della forza del dollaro?

Nonostante tutti gli analisti pensassero il contrario, il dollaro ha acquistato forza con la vittoria di Trump. Reazione totalmente inaspettata vista l’incertezza che continua ad esserci sul mercato.

A dare fiducia al dollaro però è l’economia USA che continua a stupire tutti mostrando dati oltre le attese. Dopo inflazione ed occupazione oggi è toccato alle vendite al dettaglio che mostrano un incremento dello 0,8% rispetto allo 0,6% atteso. I dati economici oltre le attese e gli interventi ormai quasi certi della Fed a dicembre, unite ad attese di inflazione sempre crescente grazie alle politica economica annunciata dal nuovo presidente, rendono il dollaro sempre più forte nei confronti delle altre valute mondiali.

Il franco svizzero invece, divenuto una moneta sempre meno attraente vista la fiducia che gli operatori hanno sul mercato, continua a guadagnare terreno solo nei confronti dell’euro. La moneta unica è ritenuta altamente instabile vista la Brexit e l’attesa per il referendum di dicembre in Italia. Le preoccupazioni della Swiss National Bank su un eccessivo rafforzamento del franco e su una probabile manovra da attuare per contenere il rialzo nei confronti del dollaro sono ormai sfumate.

Passata l’ansia da elezioni ora gli investitori restano concentrati sulle manovre del nuovo presidente. I tagli delle tasse e gli investimenti in infrastrutture dovrebbero spingere ancor di più l’economia, tale spinta darà ovviamente ulteriore forza al dollaro. Un freno potrebbe arrivare esclusivamente da un ulteriore rinvio della Fed o da un passo falso del neo presidente.

USD/CHF: quale scenario futuro potremmo attenderci?

Al cambio dollaro franco svizzero è bastato un +0,16% nella giornata odierna per raggiungere la parità dopo un anno di accelerazioni e ritracciamenti.

È da inizio 2016 che mancava la parità tra le due valute. In questi mesi più volte i prezzi hanno provato ad accelerare ma sono sempre stati respinti dalle resistenze. La più vicina alla parità era stata la seduta del 25 ottobre scorso, ma i prezzi avevano subito ritracciato pesantemente verso la trendline rialzista di medio periodo.

Pesante il rally effettuato dal cambio dollaro franco svizzero dopo la vittoria di Trump alle elezioni USA. Negli ultimi tre giorni sono state violate al rialzo tre importanti resistenze di lungo periodo, ad evidenziare la grande forza del dollaro.

Al momento un lieve ritracciamento farebbe rifiatare i prezzi e consolidare la posizione rendendola ancora più forte. Importante rimanere almeno in area 0,995 per poi proseguire la salita e formare un nuovo massimo di swing.

Ad oggi l’appuntamento più vicino e che potrebbe dare ulteriore forza al dollaro è il meeting Fed di dicembre.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories