Forex, USD/TRY ai massimi storici: crollo inarrestabile della lira turca

La lira turca registra nuovi minimi nei confronti del dollaro USA che non hanno eguali nel passato: vediamo la situazione e le prospettive del cambio USD/TRY.

Il cambio dollaro USA-lira turca registra oggi il suo massimo storico, che dopo l’apertura dei mercati europei si aggiorna a quota 3,126.

I disordini e le tensioni interne al paese rappresentano una condanna costante per il valore della valuta interna, che già in occasione del recente colpo di stato aveva mostrato grande volatilità.

La volatilità sembra però sfogare in una sola direzione e dopo lo sprint delle ultime tre sessioni si deve aggiornare il valore minimo storico della lira turca contro il dollaro USA, e difficilmente sarà per l’ultima volta.

La TCMB, ovvero la banca centrale turca, ha dichiarato che non ha intenzione di porre fine alle sue politiche monetarie espansive e lascia così aperta la possibilità per ulteriori tagli dei tassi di interesse.

Dopo aver visto le ultime importanti novità che riguardano il cambio dollaro-yen, analizziamo ora la situazione estrema del cambio dollaro USA-lira turca.

Forex, lira turca ai minimi storici: USD/TRY verso territori inesplorati

Il cambio dollaro USA-lira turca aveva già aggiornato durante il mese di ottobre i suoi massimi storici, superando il livello di 3,096 che rappresentava il massimo stabilito a luglio.

Le ultime tre settimane di grande spinta del dollaro USA hanno riportato la quotazione di USD/TRY verso e oltre quel livello, lasciando ora spazio ad un rialzo che non ha più target da raggiungere.

Il vero motore che spinge l’andamento del cambio è tuttavia il costante crollo che la lira turca vive da diversi mesi.

I movimenti di protesta in atto contro il governo, il clima di guerra civile che viene portato avanti nelle strade, i recenti arresti di importanti figure di spicco tra i curdi e in generale il protarsi di un conflitto interno lontano dalla fine sono elementi che portano ad una costante svalutazione della moneta interna.

In aggiunta il ministro dell’economia Nihat Zeybekci ha sottolineato come il fatto che la banca centrale turca non abbia tagliato i tassi di interesse nell’ultimo incontro non rappresenti una scelta significativa rispetto alle politiche future.

Il ribasso dei tassi è stato solo rimandato nel tempo, non abbandonato, e rappresenta ancora un elemento chiave nell’agenda della TCMB.

Le aspettative di molti analisti vedono quindi il cambio dollaro USA-lira turca diretto a quota 3,20 entro la fine dell’anno, valore distante ma realistico se si guarda all’andamento del cross negli ultimi mesi:

Dal grafico giornaliero si osserva come in soli due mesi USD/TRY sia salito di circa 20 centesimi, il che non mette limiti al rialzo verso i territori inesplorati iniziato con oggi.

Da un punto di vista tecnico, quindi, l’interesse è rivolto a eventuali ritracciamenti verso livelli di supporto utili a prendere posizioni rialziste, le uniche ipotizzabili ad oggi.

La trendline in verde rappresenta il supporto statico più rilevante presente in questo cross, già testata quattro volte sarebbe il punto ideale per tentare un ulteriore rialzo, per quanto ad oggi molto lontana.

I supporti a 3,113 e a 3,097, in precedenza resistenze, sono i livelli più vicini che potrebbero fornire immediato supporto ad un ribasso.

Tuttavia sono i livelli a 3,052 e 3,068 i target più stabili per una ripartenza, insieme alla media mobile a 20 periodi, spesso testata con successo.

Questi quindi i livelli utili per eventuali movimenti di ritracciamento che diano respiro alla lira turca, il cui andamento è tuttavia in una fase così spinta da non offrire alte garanzie di un test dei supporti più bassi.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories