Forex, EUR/USD: lievi perdite, PMI manifatturiero di Francia e Germania debole

Lieve movimento sul cambio euro dollaro, i forex trader attendono l’esito della riunione dell’Eurogruppo. Intanto la BCE pubblica il verbale della riunione di gennaio

EUR/USD ha registrato delle lievi perdite, con il cambio euro dollaro appena sopra il livello di 1.13 nella sessione europea.

Sul fronte della pubblicazione dati, il PMI manifatturiero francese e tedesco si sono rivelati sotto le aspettative. Nel corso della giornata, i ministri delle finanze della zona euro si riuniscono a Bruxelles per cercare di trovare una soluzione alla crisi del piano di salvataggio greco.
Negli Stati Uniti, l’unico evento in calendario è l’ndice PMI manifatturiero flash.

PMI manifatturiero di Francia e Germania
I dati sulla produzione dell’eurozona - pubblicati oggi - deludono i mercati, con il PMI manifatturiero francesi e tedesco che scende al di sotto delle stime.
L’indice PMI manifatturiero flash - Francia scende a 47,7 punti, rispetto ai previsti 49,7. L’indice è al di sotto dei 50 punti da aprile, indicando una contrazione in corso. Il PMI tedesco rimane quasi invariato a 50,0 punti, ma è inferiore alla stima di 51,8 punti.

C’è un accordo in vista tra la Grecia e i suoi creditori?
I ministri delle finanze all’Eurogruppo non sono riusciti a elaborare un accordo il lunedì, ma ci riproveranno oggi. La Grecia ha chiesto una proroga del piano di salvataggio, che scade la prossima settimana.

Tuttavia, i dettagli della richiesta non sono chiari, e ad entrambe le parti spetta un duro compito di negoziazione durante la riunione di oggi. La posta in gioco è alta, dal momento che se la Grecia non riceverà dei fondi di salvataggio o i finanziamenti ponte, potrebbe essere costretta lasciare l’eurozona e ad abbandonare l’euro.

BCE pubblica il verbale della riunione di gennaio
Giovedì, la BCE ha compiuto un importante passo in avanti per migliorare la trasparenza; la banca centrale europea ha pubblicato una sintesi della riunione di politica monetaria di gennaio la prima volta nella storia. Nella riunione di gennaio, la BCE ha deciso di avviare un massiccio programma di quantitative easing a partire da marzo, con l’acquisto di 60 miliardi di euro ogni mese.

Il verbale della riunione non contiene alcuna sorpresa, ma si nota come i membri della BCE abbiano discusso su un piano di QE miliardi di euro prima di decidere di fissare l’importo a 60 miliardi di euro per ogni mese.

La pubblicazione del verbale della riunione di gennaio pone la BCE in linea con le altre banche centrali principali; la Federal Reserve e la BOJ pubblicano il verbale di ogni riunione politica.

Mercoledì scorso, la Federal Reserve ha pubblicato il verbale della sua precedente riunione di politica monetaria. I contenuti suggeriscono senza misteri una politica monetaria ancora espansiva, con la Fed che esprime la sua preoccupazione che un rialzo dei tassi a metà anno possa danneggiare la ripresa economica degli Stati Uniti.

La Fed ha anche si è anche detta preoccupata per l’impatto di un rialzo dei tassi a causa di situazioni mondiali problematiche, come ad esempio il rallentamento dell’economia in Cina e la crisi finanziaria in grecia. Con l’inflazione statunitense a livelli bassi, la Fed non ha alcun fretta di alzare i tassi, così la speculazione di un rialzo dei tassi a giugno 2015 si rivela essere stata troppo prematura.

Iscriviti alla newsletter Analisi dei Mercati

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.