FOREX, riassunto della settimana. USD primo della classe

La situazione delle maggiori valute (EUR, JPY, GBP, AUD): ecco cosa è successo in questa settimana. Il dollaro USD mantiene il suo primato

Riassunto della settimana: cos’è successo nel mercato Forex?

Il dollaro statunitense ha mantenuto il primato contro il paniere delle altre valute importanti nella giornata di venerdì, nonostante ci si aspettasse che i volumi di trading diminuissero in prossimità del Giorno del Ringraziamento.

EUR/USD ha toccato il massimo di sessione a 1,2490, per poi stabilizzarsi durante la giornata a 1,2462.

Situazione Euro
Il sentiment sull’Euro è rimasto fragile dopo che i dati ufficiali hanno mostrato che nell’Eurozona l’inflazione dei prezzi al consumo ha faticato fino ad arrivare ad un tasso annualizzato dello 0,3% questo mese - dallo 0,4% del mese di ottobre, in linea con le aspettative.
L’inflazione dei prezzi al consumo, che esclude alimentari, energia, alcol e tabacco, è rimasto invariato ad un annualizzato 0,7% per novembre, in linea con le stime di mercato. Il tasso è ormai al di sotto dell’1% da 13 mesi consecutivi, ben al di sotto al target di prossimità al 2% della Banca Centrale Europea (BCE).
I dati sono stati interpretati come un aumento della probabilità che la BCE implementi ulteriori misure di stimolo all’economia, nel tentativo di stimolare la crescita e l’inflazione nell’Eurozona.

Un altro report separato ha rilevato un tasso di disoccupazione dell’Eurozona invariato all’11,5% nel mese scorso, in linea con le aspettative.
Prima di venerdì, i dati ufficiali avevano mostrato che le vendite al dettaglio in Germania sono aumentate dell’1,9% nel mese di ottobre, battendo le attese con un aumento dell’1,7%. La variazione delle vendite al dettaglio nel mese di settembre è stato rivista con un calo del 2,8% da un precedente 3,2% stimato.

Situazione Yen
USD/JPY è salito dello 0,68% a 118,53, mentre l’USD/CHF si è mantenuto allo 0,9640.
Un rapporto preliminare in precedenza ha mostrato che la produzione industriale in Giappone é salito dello 0,2% nel mese di ottobre, confondendo le aspettative per un calo dello 0,4%, dopo un aumento del 2,9% nel mese di settembre.
Un altro report precedentemente presentato ha mostrato che le vendite al dettaglio in Giappone sono aumentate di un tasso annualizzato dell’1,4% nel mese di ottobre, al di sotto delle aspettative di un aumento dell’1,5%, dopo un progresso del 2,3% del mese precedente.

Situazione Sterlina
La sterlina scivola in basso rispetto al dollaro, con il GBP/USD giù dello 0,61%, a 1,5640.
La sterlina inglese è sotto pressione dopo che la Nationwide Building Society ha divulgato che l’inflazione dei prezzi delle case nel Regno Unito è salita dello 0,3% a novembre, più basso dell’aumento previsto dello 0,4%, dopo un guadagno dello 0,5% nel mese precedente.
I prezzi delle case nel Regno Unito sono aumentati dell’8,5% questo mese, leggermente al di sotto delle aspettative di un aumento dell’8,6%, più basso dell’aumento del 9,0% nel mese di ottobre.

Dollaro australiano, neozelandese e canadese
Il dollaro australiano, neozelandese e canadese è in netta inferiorità rispetto all’USD, con la coppia valutaria AUD/USD scesa dello 0,43% a 0,8505 e il NZD/USD sceso dello 0,30% a 0,7846.
Nel frattempo, l’USD/AUD ha raggiunto i nuovi massimi da tre settimane a 1,1426, in crescita del 0,83% nella giornata.
L’Ente per le Statistiche in Canada ha dichiarato che il prodotto interno lordo del paese è aumentato dello 0,4% a settembre, in linea con le aspettative, dopo una contrazione dello 0,1% nel mese precedente.
L’economia del Canada è cresciuta del 2,8% nel terzo trimestre su base annua, battendo le attese di un aumento del 2,1%, dopo un tasso di crescita modificato al 3,6% fino a giugno.

Il primato del dollaro statunitense
L’indice del dollaro statunitense, che traccia la performance del biglietto verde contro un paniere di sei principali valute, è salito dello 0,25% a 88,24.

Fonte: Investing.com

Iscriviti alla newsletter Analisi dei Mercati

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.