Azioni Tenaris volano in borsa: motivi e analisi tecnica

Lorenzo Baldassarre

8 Gennaio 2018 - 13:20

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Le azioni Tenaris volano questa mattina in borsa portando il titolo fra i migliori del FTSE MIB, quali sono le motivazioni del rally e cosa possiamo aspettarci?

I dati intraday e in tempo reale del Grafico TENR sono tratti dalle quotazioni di prodotti OTC.

Le azioni Tenaris volano nella borsa italiana rendendo il titolo uno dei migliori in quanto a performance dell’indice FTSE MIB. Secondo Equita Sim, la possibile imposizione di dazi sulle società coreane che esportano i tubi per l’acciaio negli Stati Uniti potrebbe favorire Tenaris, che è presente nel Paese grazie alla controllata Maverick Tube Corp. Inoltre l’aumento del prezzo del petrolio contribuisce al rialzo del titolo.

Azioni Tenaris in volata grazie a possibili dazi

Le azioni Tenaris registrano alle ore 12:45 +1,76% e sono scambiate a Piazza Affari a 13,85€ l’una. Il principale motivo del rialzo odierno è dovuto alle conseguenze dell’inchiesta sull’import dell’acciaio voluta dal presidente Trump.

Il presidente americano ha fatto uso della Section 232 del Trade Expansion Act del 1962 perché sostiene che la sicurezza nazionale potrebbe essere stata minacciata dall’import dell’acciaio. Entro il 15 gennaio 2018 si sapranno i risultati ufficiali, che potrebbero comportare l’imposizione di dazi sulle aziende della Corea del Sud.

Secondo gli analisti di Equita Sim, Seoul è il primo fornitore di tubi degli Stati Uniti e copre il 35% sull’import totale dei tubi per l’acciaio. Tenaris potrebbe giovare dei dazi imposti ai concorrenti sudcoreani dal momento che il 30% del fatturato della società deriva proprio dagli Stati Uniti d’America. Dal 2006 Tenaris controlla la statunitense Maverick Tube Corp.

Equita Sim ha confermato il rating buy sul titolo Tenaris e il target price a 15€, prevedendo dunque un aumento dell’8% rispetto al valore corrente.

Tenaris è anche il primo fornitore al mondo di tubi per l’esplorazione e la produzione di greggio ed ha beneficiato nel rally della quotazione del petrolio in corso in quest’ultimo periodo. Il prezzo del petrolio aveva già superato i 62$ al barile e il rialzo potrebbe proseguire. A giovare di questa situazione troviamo anche Saipem (+0,56%) ed Eni (+0,69%), entrambi titoli petroliferi.

Analisi tecnica e previsione sul titolo Tenaris

L’andamento del titolo di Tenaris nell’anno 2017 è simile a quello di Saipem. Entrambi hanno infatti subito perdite per i primi tre mesi dell’anno, riprendendosi solo nel quarto trimestre.

Dall’immagine notiamo che il titolo Tenaris in borsa ha invertito il movimento ribassista rompendo al rialzo la trendline delle resistenze dinamiche sul lungo periodo (linea blu) il primo novembre a quota 11,83€.

Successivamente Tenaris ha effettuato un pullback verso la suddetta trendline senza però mai raggiungerla, riportandosi verso livelli più alti. Da questo nuovo movimento rialzista possiamo notare due nuove trendline, l’una che ha funzione di resistenza (linea verde) e l’altra di supporto (linea rossa).

La rottura della resistenza avvenuta il 4 gennaio a quota 13,58€ potrebbe essere uno spunto tecnico a favore della prosecuzione del trend rialzista.

Chi sostiene la validità di questa visione potrebbe valutare un ingresso long a 13,70€ con l’obiettivo di raggiungere dapprima 14,47€ (massimo del 17 luglio 2017) e poi 16,64€ (massimo del 12 aprile 2017). Lo stop loss andrebbe inserito a 13,20€ in caso di ritorno verso livelli più bassi di quelli attuali.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories