Analisi forex: EUR/USD prepara il nuovo allungo in vista della Fed

Le quotazioni rimangono all’interno del range al di sopra di un importante livello operativo. Se i verbali Fed decreteranno, come atteso, il rialzo dei tassi in Usa il dollaro potrebbe cedere ulteriore terreno a favore della moneta unica

Analisi forex: EUR/USD prepara il nuovo allungo in vista della Fed

Il cambio EUR/USD rimane in consolidamento alla vigilia del comunicato stampa che sintetizzerà le decisioni prese nella riunione del FOMC, il braccio operativo della FED. Le quotazioni del cambio stazionano all’interno del range della seduta di ieri disegnando un modello di consolidamento appena al di sopra dell’area resistenziale statica a 1,1734-1,1740.


EUR/USD, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Questo livello statico potrebbe gettare le fondamenta per un nuovo allungo rialzista favorito dal probabile indebolimento del dollaro in vista del rialzo dei tassi di domani.

Questo livello orizzontale, che ha più volte trattenuto il rialzo delle quotazioni nei mesi di giugno e luglio e più recentemente con il massimo segnato il 28 agosto, rappresenta il più recente massimo di swing della tendenza rialzista di breve termine partita dal minimo di Ferragosto.

Per questo motivo, considerato anche il pattern inside bar in corso di formazione, si privilegia un’operatività di tipo long alla rottura del massimo della candela di ieri a 1,1817.

La rottura del massimo di questa candela (che altro non è che una Pin Bar ribassista molto pronunciata) invaliderebbe la recente forza dei venditori e aumenterebbe il bias rialzista data la sua valenza significativa nel breve termine.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su EUR/USD


Elaborazione Ufficio Studi Money.it

Alla luce della price action di EUR/USD si vuole privilegiare un’operatività di tipo rialzista alla rottura della candela madre del pattern di consolidamento a quota 1,1817, con stop loss sul minimo a 1,1723. Un primo obiettivo di profitto potrebbe essere identificato in prossimità del livello statico a 1,2000 che conta il massimo della seduta del 14 maggio scorso. Un obbiettivo più ambizioso invece potrebbe essere a ridosso della trendline discendente che conta i massimi di febbraio e fine marzo, ora transitante a 1,2085.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su analisi tecnica

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.