Torino centro dell’innovazione: ecco l’hub internazionale

Torino: firmato l’accordo per realizzare un hub per lo sviluppo dell’innovazione internazionale. I protagonisti della partnership: Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT e Intesa Sanpaolo Innovation Center

Torino centro dell'innovazione: ecco l'hub internazionale

Torino è pronta a diventare il centro dello sviluppo di un ecosistema di rilevanza internazionale. È questo che emerge dell’accordo firmato oggi da Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT e Intesa Sanpaolo Innovation Center la società del Gruppo Intesa Sanpaolo.

Lo scopo di questa nuova partnership: attrarre nuove aziende e nuovi investimenti in startup e in fondi Tech attivi soprattutto negli ambiti dell’intelligenza artificiale e della blockchain. Un ruolo importante lo giocherà anche Neva Finventures, il Corporate Venture Capital che fa capo a Intesa Sanpaolo Innovation Center.

Le due Fondazioni torinesi e la prima Banca del Paese fonderanno le rispettive competenze, idee, tecnologie in modo tale da creare nuove opportunità per gli imprenditori italiani e non, attraverso la programmazione di iniziative nel triennio 2019 –2021.

Torino: i luoghi dell’innovazione

Grazie a questa partnership strategica, l’epicentro dell’hub per l’innovazione saranno gli spazi delle Officine di Riparazioni (OGR), adiacenti al grattacielo della Banca, al Politecnico di Torino, alla Fondazione LINKS e lungo il cosiddetto “Miglio dell’Innovazione di Torino”.

Contribuiranno allo sviluppo dell’hub gli operatori specialistici a livello internazionale per l’accelerazione d’impresa, startup e scaleup. Le parti hanno già avviato uno studio di fattibilità per la definizione del piano di azioni che troverà già nel primo semestre 2019 la prima realizzazione operativa.

Soddisfatto Francesco Profumo, Presidente della Compagnia di San Paolo:

“La partnership che sigliamo oggi con Fondazione CRT e Intesa Sanpaolo Innovation Center è volta a dare avvio alla creazione di un hub internazionale per sostenere il riassetto hi-tech della città. Solo attraverso la messa a sistema di competenze e conoscenze possiamo ottenere risultati di livello. La nostra città è passata dalla seconda alla quarta posizione nella classifica nazionale per il numero di startup innovative. Grazie al lavoro in sinergia delle due Fondazioni torinesi e della prima Banca del Paese potremo cercare di portare avanti azioni di tipo strutturale che ci consentano di recuperare il gap innovativo accumulato negli anni con gli altri Paesi”.

Le parole del Segretario Generale della Fondazione CRT e Direttore Generale delle OGR Massimo Lapucci:

“Per la prima volta Fondazione CRT, Compagnia di San Paolo e Intesa Sanpaolo Innovation Center uniscono insieme le forze per la creazione di un hub internazionale per l’innovazione a Torino. L’iniziativa, la cui portata è per molti versi storica, punta a generare un forte impatto in termini di crescita e sviluppo per la città e per le comunità internazionali che si connetteranno a Torino presso le OGR”.

Orgoglioso anche Carlo Messina, Consigliere Delegato di Intesa Sanpaolo:

“L’innovazione è un elemento fondamentale per il sostegno all’economia del Paese. Da tempo Intesa Sanpaolo è impegnata nel favorire la crescita di questo ecosistema, sempre più centrale per lo sviluppo delle imprese italiane. I Paesi con focus sull’innovazione evidenziano una maggiore crescita del PIL, mentre in Italia il fabbisogno annuo di capitali per startup è stimato in circa un miliardo di euro, di cui il 75% risulta non coperto dagli operatori specializzati e dal comparto finanziario. Questo memorandum ha il duplice obiettivo di far diventare la città di Torino un polo internazionale dell’Innovazione e fungere da stimolo della nuova economia del Paese, favorendo sempre più l’incontro tra Università e Imprese, giovani e investitori”.

Iscriviti alla newsletter Fintech per ricevere le news su hub internazionale

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.