Pensioni, gruppo 41 X Tutti in piazza a Roma: “La vita delle persone vale più dello spread”

Intervista a Luciano Cecchin, amministratore del gruppo sulle pensioni 41 X Tutti che il 29 settembre scenderà in piazza a Roma: “Fermiamo i ladri di vita”.

Pensioni, gruppo 41 X Tutti in piazza a Roma: “La vita delle persone vale più dello spread”

Come si sta intuendo dai malumori politici in seno alla maggioranza, il tema della riforma delle pensioni sarà tra i più caldi tra quelli che dovranno essere affrontati nella legge di Bilancio 2019.

Chi in tema previdenziale da tempo si batte per un cambiamento è il gruppo Facebook 41 X Tutti-Lavoratori Uniti, uno dei più seguiti sul popolare social, che ha deciso di scendere in piazza il 29 settembre per chiedere impegni concreti al nuovo governo.

Pensioni, il gruppo 41 X Tutti scende in piazza

L’appuntamento è per sabato 29 settembre dalle ore 10.00 alle 14.00 a Roma in Piazza Montecitorio, proprio di fronte al Parlamento. Un sit-in questo che ha come slogan il grido: “Fermiamo i ladri di vita”.

Ad organizzare questa manifestazione è il gruppo Facebook 41 X Tutti-Lavoratori Uniti e, per l’occasione, abbiamo intervistato Luciano Cecchin che è l’amministratore della popolare e molto seguita pagina social che si batte sul tema delle pensioni.

Signor Cecchin, alla guida del paese ora c’è il cosiddetto “governo del cambiamento”. Voi che da anni vi battete sul tema delle pensioni, che aspettative avete?

Le nostre aspettative sono che vengano mantenuti gli impegni presi prima delle elezioni e poi nel contratto di governo. Matteo Salvini disse che la riforma delle pensioni sarebbe stato il suo primo provvedimento, ma nel decreto di luglio non si è parlato per nulla di pensioni. Si è parlato del futuro dei giovani, ma questo può essere garantito solo raddoppiando gli attuali stipendi. Una misura questa che di riflesso andrebbe a influire anche sulle pensioni. Noi non siamo solo per mandare in pensione la gente dopo 41 anni, ma anche per dare spazio ai giovani che possono produrre ricchezza sociale.

Nella prossima legge di Bilancio si parla di Quota 100 e taglio alle pensioni d’oro. Può essere un buon punto di partenza?

Nel contratto di governo si parla della Quota 41, della Quota 100 e di Opzione Donna. Se però non aumenti i contratti di lavoro stabili non puoi avere le risorse per finanziare queste misure. Senza una maggiore diffusione dei lavoratori stabili il sistema previdenziale non regge. Quanto alle pensioni d’oro noi siamo per inserire un tetto massimo come in Spagna, dove più di tanto non si prende quindi più di tanto non si versa, poi chi vuole integra. Aumentare le pensioni minime è più che giusto, ma questo dovrebbe avvenire attingendo dalla fiscalità generale e non dalla previdenza. Noi essendo 41 X Tutti siamo contro i paletti, si dovrebbe fare come avviene in Spagna, Francia e Germania dove si calcola la pensione anche tenendo conto del salario. Anche in Italia si dovrebbe inserire questo parametro che è europeo perché adesso da noi se vai in pensione prima non hai un assegno dignitoso.

Inserendo anche dei parametri retributivi non si rischia però di aumentare la spesa per le pensioni?

Basterebbe che per esempio la Web Tax, pensata al 6% ma poi fatta al 3%, invece che andare a finanziare l’Unione Europea producesse ricchezza allo stato sociale. Il sistema contributivo fa sì che si hanno poi delle pensioni da fame.

Il 29 settembre voi sarete in piazza a Roma. Quali sono i motivi della vostra manifestazione?

La vita delle persone vale più dello spread. Lo scopo della manifestazione è quello di ridare il giusto valore alla vita, con interventi a favore delle persone e delle famiglie che devono essere la priorità. Chiederemo anche che venga subito bloccato il meccanismo dell’aspettativa di vita, ma ci saranno anche altre tematiche come quelle legate alla disoccupazione. Non è un caso che alla manifestazioni prenderanno parte non soltanto gruppi e movimenti legati alle pensioni, ma anche alla disabilità e al lavoro. Tutti potranno partecipare e ci aspettiamo che da parte di sindacati e politici possano arrivare delle proposte concrete.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su Pensione

Argomenti:

Pensione

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.