Iliad perde abbonati in Francia ma conquista l’Italia

Il calo degli abbonati in Francia spinge il gruppo a rivedere al ribasso i target di redditività, mentre in Italia 1,5 milioni di utenti hanno già scelto la compagnia

Iliad perde abbonati in Francia ma conquista l'Italia

La “feroce concorrenza” sul mercato francese infligge un duro colpo a Iliad. Il gruppo operante nel settore delle telecomunicazioni di Parigi archivia i primi sei mesi dell’anno in corso senza troppe sorprese, ma il calo degli abbonati nel Paese d’oltralpe ha spinto a rivedere gli obiettivi di redditività.

La compagnia è sbarcata con successo anche in Italia prima dell’estate, stravolgendo il mercato con le sue ammalianti offerte low cost: dal 29 maggio a inizio agosto ha già raggiunto oltre un milione e mezzo di clienti.

I conti del semestre deludono

Il primo semestre del 2018 non ha riservato grandi stravolgimenti per i conti di Iliad che restano piuttosto stabili. In particolare, l’utile netto da attività ricorrenti si è attestato a 232 milioni, uno in meno rispetto allo stesso periodo del 2017, mentre non si sono discostati dai 2,4 miliardi i ricavi. In calo, invece, l’ebitda che si ferma a 866 milioni di euro segnando -1%.

La performance commerciale registrata nei primi 6 mesi dell’anno viene definita dallo stesso gruppo francese “molto deludente”, alla luce della vistosa diminuzione di abbonati sia nel segmento della telefonia fissa che in quello della telefonia mobile.

Nel business mobile, infatti, ha detto addio a circa 70 mila clienti, mentre gli utenti nella banda larga e ultra larga sono passati da 6,52 milioni a 6,47 milioni. Complessivamente il numero di abbonati in Francia è sceso dai 20,215 milioni registrati a fine 2017 a 20,098 milioni del 30 giugno 2018.

Tale calo ha contribuito a modificare gli obiettivi di redditività del gruppo, ridimensionando le previsioni dell’ebitda (senza le spese in conto capitale) da oltre un miliardo di euro a circa un miliardo.

Resta invece confermato il target del margine ebitda consolidato che, in Francia, Iliad prevede di portare oltre il 40% entro il 2020.

Il successo in Italia

Soddisfazioni, per Iliad, arriva intanto dall’Italia. Nel nostro Paese, l’azienda è arrivata il 29 maggio scorso con offerte per la telefonia mobile che hanno fin da subito allettato gli utenti per i costi molto bassi, inferiori rispetto a quelli proposti dai principali competitor.

Il gruppo parigini ha, infatti, comunicato che dal suo ingresso sul mercato italiano a inizio agosto ha raggiunto circa 1,5 milioni di abbonati registrando, solo in Italia, ricavi per 9 milioni.

Pesano però le spese di gestione e di lancio iniziali: i soldi dovuti a Wind-Tre per il roaming e quelli spesi per il marketing e la capillare campagna pubblicitaria hanno inciso sull’ebitda, che è infatti negativo per 28 milioni.

Negativo anche il risultato operativo per 31 milioni, cifra che comprende gli oneri di ammortamento per le prime componenti di rete e delle frequenze.

Per sviluppare il progetto italiano, Iliad ha investito, nei primi sei mesi dell’anno, circa 164 milioni di euro, 73 milioni dei quali utilizzati per l’acquisto delle radiofrequenze da Wind-Tre.

Il gruppo francese, forte dell’ “importante successo commerciale” ottenuto nel nostro Paese, conta di ottenere l’equilibrio in termini di ebitda e raggiungere una quota di mercato poco inferiore al 10%.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Italia

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Marco Ciotola -

L’Italia è il peggior Paese in cui vivere per uno straniero

L'Italia è il peggior Paese in cui vivere per uno straniero

Commenta

Condividi

Ufficio Studi Money.it -

Borsa Italiana: i fondi shortano titolo Juventus, attenzione

Borsa Italiana: i fondi shortano titolo Juventus, attenzione

Commenta

Condividi

Marco Ciotola -

Eni, nuova partnership con Pertamina: si rafforza la presenza in Indonesia

Eni, nuova partnership con Pertamina: si rafforza la presenza in Indonesia

Commenta

Condividi