BoT: la recessione non preoccupa gli investitori, rendimenti in calo nell’asta odierna

Il Ministero del Tesoro ha comunicato di aver registrato il tutto esaurito nell’asta dei BoT a 12 mesi odierna. Informazioni positive da rendimenti e domanda

BoT: la recessione non preoccupa gli investitori, rendimenti in calo nell'asta odierna

L’asta dei BOT a 12 mesi con scadenza al 14 febbraio 2020 (codice ISIN IT0005362634 ) si è conclusa con un tutto esaurito.

Il Tesoro ha reso noto che a fronte di una domanda di 10,719 miliardi di euro sono stati collocati tutti i 6,5 miliardi di euro offerti, con un conseguente rapporto di copertura tra ammontare richiesto dai venditori e quantitativo offerto pari a 1,65.
Il bid-to-cover ratio è ai massimi dal dicembre 2018.

Il prezzo di emissione è stato pari a 99,817 e prevede un rendimento lordo pari allo 0,181%. Gli yield sono ai minimi dall’asta del 10 maggio 2018, prima dell’insediamento dell’attuale Governo.

I recenti tagli sulle stime di crescita del nostro Paese da parte della Commissione Ue non sembrano preoccupare gli investitori internazionali, che nel breve periodo vedono un rischio minore sull’Italia rispetto ai mesi precedenti, come testimoniato dalla discesa dei rendimenti del collocamento di oggi.

Iscriviti alla newsletter "Risparmio e investimenti" per ricevere le news su Titoli di Stato

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.