Borsa Italiana: Orsero punta al segmento Star

Il gruppo specializzato nella logistica e nella distribuzione di ortofrutta in Italia e in Europa ha avviato le procedure per il passaggio dall’Aim all’Mta.

Borsa Italiana: Orsero punta al segmento Star

Dall’Aim all’Mta in poco più di un anno. È la strada che sta percorrendo Orsero, che punta a quotare le proprie azioni sul segmento Star di Borsa Italiana.

Per avviare il passaggio, il Cda ha già avviato le procedure e subito dopo l’estate saranno individuati e nominati lo sponsor e gli advisor che affiancheranno la società nel percorso.

In attesa della pubblicazione ufficiale, la società ha anche comunicato che i risultati dei primi sei mesi dell’anno in corso, in termini di ricavi netti consolidati e adjusted ebitda, dovrebbero essere in linea con quelli dello stesso periodo del 2017.

Il Cda di Orsero ha anche deliberato l’avvio di un programma di acquisto di azioni proprie per un controvalore massimo di 5 milioni di euro.

Intanto, il titolo festeggia e l momento della scrittura guadagna il 7,16% a 7,78 euro.

Il passaggio sul segmento Star

Orsero è approdata in Borsa il 13 febbraio 2017 quotando le azioni sul segmento dedicato alle piccole e medie imprese che vogliono investire nella loro crescita. Un’operazione frutto di una attenta pianificazione passata, dopo un periodo di consolidamento del gruppo, attraverso la fusione con Glenalta Food. Grazie all’operazione con la spac, Orsero è arrivata alla quotazione.

Oggi, in linea con il percorso intrapreso, il Consiglio di amministrazione ha deciso di avviare le procedure per passare dall’Aim all’Mta, puntando al segmento Star.

Secondo quanto reso noto dal gruppo specializzato nella logistica e nella distribuzione di ortofrutta in Italia e in Europa, a settembre verranno nominati sia lo sponsor che i consulenti che avranno il compito di supportare la società nel delicato passaggio.

Cda delibera acquisto azioni proprie

Il Cda del gruppo – facendo seguito a quanto deciso dall’Assemblea ordinaria degli azionisti delllo scorso 20 aprile - ha inoltre deliberato l’avvio di un programma di acquisto di azioni proprie, avente a oggetto azioni ordinarie Orsero, prive di indicazione del valore nominale, per un controvalore massimo di 5 milioni di euro.

Ad attuare il programma di acquisto - che avrà durata sino al 20 ottobre 2019 - sarà Banca Imi, alla quale il gruppo ha già conferito l’incarico.

In particolare, viene specificato che

“gli acquisti saranno effettuati a un corrispettivo che non sia superiore al prezzo più elevato tra il prezzo dell’ultima operazione indipendente e il prezzo dell’offerta indipendente più elevata corrente nelle sedi di negoziazione dove viene effettuato l’acquisto, fermo restando che il corrispettivo unitario non potrà comunque essere inferiore nel minimo del 20% e superiore nel massimo del 10% rispetto alla media aritmetica dei prezzi ufficiali registrati dal titolo Orsero Spa nei dieci giorni di borsa aperta antecedenti ogni singola operazione di acquisto; gli acquisti saranno effettuati per volumi non superiori al 25% del volume medio giornaliero delle azioni Orsero Spa nella sede di negoziazione in cui viene effettuato l’acquisto, calcolato sulla base del volume medio giornaliero degli scambi nei 20 giorni di negoziazione anteriori la data d’acquisto”.

I conti e le attese

Dopo un periodo non particolarmente felice, nel 2015 Orsero torna all’utile, avviando da allora un percorso di crescita e consolidamento nel mercato di riferimento.

Il 2017 si è chiuso registrando ricavi netti consolidati reported a 819 milioni di euro con un aumento del 19,6% e l’adjusted ebitda pro-forma a 31,3 milioni di euro (pari al 3,3% dei ricavi netti) e un utile netto pro-forma di 15,1 milioni di euro.

Risultati più che buoni, che potrebbero essere replicati anche nel 2018. Per il primo semestre di quest’anno, in attesa della pubblicazione della relazione semestrale al 30 giugno 2018 che sarà approvata e diffusa a fine settembre, il gruppo prevede infatti che

“nonostante il perdurare delle difficili condizioni del mercato dello shipping dovute in particolare all’incremento del costo del combustibile, possano essere sostanzialmente in linea con i risultati conseguiti nello stesso periodo del 2017”.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Orsero SpA

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.