Borsa Italiana: Maire Tecnimont brilla grazie al nuovo ordine in Algeria

Il gruppo italiano si aggiudica in via preliminare un nuovo contratto in Algeria che segna l’ingresso nel mercato del trattamento del gas nel Paese. E Piazza Affari festeggia.

Borsa Italiana: Maire Tecnimont brilla grazie al nuovo ordine in Algeria

Inizio settimana brillante in Borsa per Maire Tecnimont che ad apertura delle negoziazioni a Piazza Affari sta guadagnando il 3,50% e scambia a 4,14 euro.

Una performance che risente, probabilmente, di un nuovo contratto da quasi 250 milioni di dollari che la quotata italiana si è aggiudicata in via preliminare in Algeria.

La società entra così nel mercato algerino del trattamento gas, a pochi giorni dalle due nuove commesse ottenute in India, dove sta rafforzando la sua presenza nel business del petrolchimico.

L’ingresso in Algeria

L’annuncio è arrivato nella mattinata di lunedì 3 settembre: la principale controllata del gruppo italiano si è aggiudicata in via preliminare un contratto di Engineering, procurement and construction nell’ambito dell’esecuzione del progetto denominato “Lpg Train 4-Zcina Hassi Messaoud” che vedrà la sua realizzazione Zcina, nell’area di Hassi Messaoud, in Algeria centrale.

Commissionati dalla Direction Centrale Engineering & Project Management di Sonatrach, i lavori – come spiega la società - prevedono “l’implementazione di un nuovo treno con una capacità di 8 milioni di standard metri cubi al giorno per l’estrazione di gpl e gas condensato dal gas associato proveniente dagli impianti situati nelle vicinanze del complesso di Zcina”.

L’ordine rappresenta un bel colpo per Maire Tecnimont non solo dal punto di vista finanziario ma anche strategico come spiega Pierroberto Folgiero, Amministratore Delegato del gruppo:

“Dopo le nostre recenti aggiudicazioni nel business della raffinazione, siamo veramente orgogliosi di questo risultato, che ci permette di entrare nel promettente mercato algerino nel settore vitale del trattamento gas, dove il nostro Gruppo ha maturato una significativa esperienza realizzando progetti in altri Paesi dell’area MENA negli ultimi anni”.

Un progetto da 248 milioni di dollari

Lo scopo del progetto, che ha un valore complessivo di circa 248 milioni di dollari, è quello di aumentare la produzione di gpl e gas condensato dal giacimento di Hassi Messaoud realizzando una estensione dell’impianto gpl di Zcina, entrato in produzione nel giugno 2013 con 3 treni gpl.

La firma ufficiale del contratto è prevista entro il mese in corso e impegnerà la quotata italiana per 30 mesi dall’avvio dei lavori. Il valore complessivo? Circa 248 milioni di dollari.

Maire Tecnimont, nel comunicato, sottolinea inoltre che “il provisional award sarà confermato a seguito della finalizzazione degli allegati contrattuali con il cliente ed è soggetto alla final award notice del progetto da parte di Sonatrach”.

“Siamo convinti che questo sia il primo passo di una collaborazione di lungo periodo con un cliente prestigioso come Sonatrach, anche in considerazione delle relazioni strategiche tra i nostri due Paesi, per quanto riguarda lo scenario globale dell’approvvigionamento energetico”

ha concluso Folgiero.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Maire Tecnimont

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.