Padoan conferma i tagli alle tasse, e annuncia la riduzione della spesa. I prossimi passi del governo Renzi

Al Meeting di Rimini il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan ha confermato i tagli alla tassazione Imu e Tasi, e ha anticipato i prossimi passi del Governo. Vediamo di seguito quali saranno le prossime mosse dell’Esecutivo.

A tenere banco nelle ultime ore è la notizia della promessa dell’abolizione di Imu e Tasi per il 2016 da parte del premier Renzi.
Per approfondire leggi anche Tasi e IMU 2016, abolizione sì, ma non per tutti: ecco come cambierà la local tax
A confermare i prossimi tagli alla tassazione è stato il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan durante il Meeting di Rimini che ha sottolineato come gli stessi vadano

«collocati in un contesto ampio»

e come sia questo lo sforzo che il governo sta perseguendo.
Il riferimento è alla prossima Legge di Stabilità, nella quale verranno inserite misure anche per la ripresa del Sud Italia.

«Abbattere le tasse fa bene, ha un effetto positivo su chi ne beneficia se questo ritiene che l’abbattimento sia permanente»

ha poi aggiunto.

Padoan, nella prossima Legge di Stabilità misure per il Sud Italia
Se a far discutere è l’annuncio dei prossimi tagli alla tassazione Imu e Tasi, Padoan pone l’attenzione anche su altri problemi che verranno affrontati dal Governo. In particolar modo l’attenzione è puntata sulla situazione economica del Sud Italia, dopo i passi indietro registrati dallo Svimez.
Padoan ha quindi anticipato che, pur essendo il problema della ripresa più acuto nel Sud Italia, non verranno adottate

«politiche diverse rispetto al resto del Paese».

Il piano del governo è quello di mettere in atto

«una implementazione più finalizzata, più cucita addosso a realtà specifiche del Mezzogiorno».

Ci sarà più attenzione, quindi, agli investimenti, per cercare di migliorare l’implementazione di quelli infrastrutturali, e uno sforzo in più per “tarare” riforme rilevanti come quella della scuola e della Pa «alle specifiche realtà meridionali».

Padoan, oltre a detassazione necessaria spending review
Il taglio alla tassazione è dunque, come abbiamo anticipato, una priorità del governo. A tal proposito, tuttavia, il ministro ha sottolineato la necessità di rendere la stessa permanente e, di conseguenza, la necessità di effettuare un vero e proprio taglio alla spesa.

«La politica di abbattimento deve andare di pari passo con una credibile politica di spending review»

ha ribadito il ministro.
Quali sarebbero, dunque, le tasse da eliminare? Padoan ha sottolineato la sequenza scelta dal governo, che ha per ora affrontato l’abbattimento delle tasse sui redditi medio bassi (vedi gli 80 euro), e le tasse sul lavoro.

Padoan, oltre a tagli alle tasse, importanti le riforme
Per Padoan, tuttavia, oltre al taglio della tassazione riveste importanza cruciale al fine della ripresa economica il tema delle riforme. Priorità per l’esecutivo riveste quindi

«l’agenda di riforme strutturali, grandi perché queste riforme devono affrontare i problemi strutturali che si sono accumulati nel tempo: lavoro, giustizia civile, Pa, scuola».

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories