Iperammortamento: il beneficio spetta dopo l’acquisizione della perizia

Iperammortamento: l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che l’acquisizione tardiva della perizia giurata fa slittare il momento di inizio del beneficio.

Iperammortamento: il beneficio spetta dopo l'acquisizione della perizia

Iperammortamento: con la risoluzione n. 27/E del 9 aprile 2018 l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che l’acquisizione tardiva della perizia giurata fa slittare il momento di inizio dell’agevolazione.

La disciplina agevolativa dell’iperammortamento è stata introdotta dalla Legge di Bilancio 2017 e per la fruizione dei benefici fiscali dovranno essere rispettati specifici requisiti.

Uno tra questi prevede che l’impresa debba produrre, per i beni aventi ciascuno un costo di acquisizione superiore a 500.000 euro, una perizia tecnica rilasciata da un ingegnere o da un perito industriale iscritti nei rispettivi albi professionali.

Il documento serve per certificare che il bene possiede le caratteristiche tecniche per beneficiare delle agevolazioni e che è interconnesso al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura.

Iperammortamento 250 per cento: i requisiti necessari

Per beneficiare delle maggiorazioni del 150% e del 40% introdotte dalla Legge di Bilancio 2017 i beni materiali e immateriali devono rispettare il requisito della interconnessione al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura, requisito che risulta indispensabile per la spettanza dell’agevolazione.

L’interconnessione deve essere attestata dalla dichiarazione del legale rappresentante, dalla perizia tecnica giurata o dall’attestato di conformità.

Tali documenti devono essere acquisiti dall’impresa entro il periodo di imposta in cui il bene entra in funzione, ovvero, se successivo, entro il periodo di imposta in cui il bene è interconnesso al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura.

In quest’ultimo caso, l’agevolazione sarà fruita solo a decorrere dal periodo di imposta in cui si realizza il requisito dell’interconnessione (circolare n. 4/E/2017 dell’Agenzia delle Entrate).

Termini per l’acquisizione dei documenti

La Legge di Bilancio 2017 non prevede alcun termine entro il quale, a pena di decadenza, devono essere acquisiti i documenti attestanti la sussistenza dei requisiti necessari per l’agevolazione.

Vista quindi l’importanza della suddetta documentazione, indispensabile per fruire del beneficio, si ritiene che nel caso in cui l’acquisizione dei documenti avvenga in un periodo di imposta successivo a quello di interconnessione, la fruizione dell’agevolazione debba iniziare dal periodo di imposta in cui i documenti vengono acquisiti.

L’Agenzia nella risoluzione n. 27/E del 9 aprile 2018 ha quindi spiegato che l’onere documentale in un periodo d’imposta successivo all’interconnessione non è di ostacolo alla spettanza dell’agevolazione, ma produce un semplice slittamento del momento dal quale si inizia a fruire del beneficio.

Ad esempio, nel caso di acquisto di un bene rientrante nell’allegato A (Legge di Bilancio 2017), entrato in funzione e interconnesso nel 2017, per il quale la perizia giurata viene acquisita nel 2018, l’impresa potrà fruire dell’iperammortamento a partire dal periodo d’imposta 2018, mentre per il 2017 può beneficiare solo del super ammortamento.

Si allega di seguito la risoluzione n. 27/E dell’Agenzia delle Entrate pubblicata il 9 aprile 2018.

Risoluzione n. 27/E del 9 aprile 2018 dell’Agenzia delle Entrate
Ecco i chiarimenti forniti dall’Agenzia delle Entrate sui termini per l’acquisizione della perizia giurata da parte dell’impresa per beneficiare dell’iper ammortamento

Iscriviti alla newsletter "Fisco" per ricevere le news su Iper ammortamento 250 per cento

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Anna Maria D'Andrea

Anna Maria D’Andrea

2 settimane fa

Delocalizzazioni e iperammortamento, cosa cambia con il Decreto Dignità

Delocalizzazioni e iperammortamento, cosa cambia con il Decreto Dignità

Commenta

Condividi

Guendalina Grossi -

Iperammortamento 2018: nuovi chiarimenti MISE su beni agevolabili e interconessione

Iperammortamento 2018: nuovi chiarimenti MISE su beni agevolabili e interconessione

Commenta

Condividi