Ora anche l’influencer marketing ha un’ICO e una sua criptovaluta

Dmitry Shyshov, fondatore e CEO del progetto SocialMedia.Market: “Vogliamo lavorare in tutti i mercati globali dove è necessario l’influencer marketing”.

Ora anche l'influencer marketing ha un'ICO e una sua criptovaluta

Il 9 febbraio il progetto SocialMedia.Market ha lanciato la sua ICO, che ha il potenziale di trasformare nell’immediato il settore dell’influencer marketing.

In vista dell’introduzione del nuovo token della società, il fondatore e CEO della SocialMedia.Market, Dmitry Shyshov, ci ha parlato del presente e del futuro di questo fenomeno di marketing relativamente nuovo e in rapida crescita, della relazione tra inserzionisti e blogger e delle nuove regole del mercato che saranno introdotte dalla blockchain.

Raccontaci di più del progetto. Che cosa è esattamente SocialMedia.Market?
È una soluzione per chiunque sia interessato all’influencer marketing e voglia lavorarci. Il nostro obiettivo è semplificare il rapporto tra inserzionisti e influencer di tutto il mondo, per rendere il mercato pubblicitario native sulle piattaforme social più popolari accessibile a tutti e per ridurre la soglia di ingresso per i nuovi arrivati sul mercato.

Qual è il problema? Gli inserzionisti e i blogger hanno problemi ad interagire tra loro al momento?
In questo momento, se si desidera posizionare una pubblicità sulla pagina di qualcuno su un social network, sono possibili tre soluzioni principali: acquistare un database di influencer e quindi procedere da soli, utilizzare un sistema di pubblicità automatica con funzionalità molto limitate o assumere un esperto di agenzia pubblicitaria che raccoglierà un database di influencer per te e assegnerà vari contratti tra questi senza rivelarti il loro valore reale o senza permetterti di scegliere esattamente come promuovere il tuo prodotto. Come puoi vedere, nessuna di queste soluzioni risulta essere particolarmente efficace. E se sei agli inizi, c’è il rischio che il tuo progetto si perda nella confusione, il tutto mentre paghi un sacco di soldi e non ottieni alcun ritorno sull’investimento.

Quale alternativa offrite?
Vogliamo creare un’unica piattaforma per utenti con vari livelli di esperienza, sia nell’influencer marketing sia nella tecnologia blockchain, in cui le regole del gioco sono chiare per tutti. Una soluzione automatica “tutto compreso” che si concentra sulla ricerca, la creazione, l’implementazione e l’analisi dell’influencer marketing per specifiche campagne pubblicitarie.

In che modo il cliente può trarre vantaggio dalla creazione di questa piattaforma?
I clienti avranno accesso a blogger famosi su tutti i principali social network, ad un comodo sistema CRM che riduce i rischi e risparmia risorse utili per l’organizzazione, le prestazioni e l’analisi delle campagne pubblicitarie, per non parlare dell’opportunità di effettuare pagamenti internazionali utilizzando i nostri token. Quest’ultima opzione è particolarmente utile per i partner che lavorano in paesi diversi, dove vengono utilizzati diversi sistemi di pagamento. Inoltre, l’introduzione di smart contract e blockchain consentirà di semplificare le partnership, standardizzare il lavoro e garantire accordi reciproci sicuri.

Perché gli influencer sono diventati così ricercati nel settore della pubblicità?
Perché queste persone dettano i trend nell’universo digitale. Sono loro che determinano chi andrà e dove, cosa si suonerà, si indosserà, si mangerà e si ascolterà nel prossimo futuro. Quando un blogger ha diverse centinaia di migliaia o addirittura milioni di follower, e il suo pubblico lo idolatra ed è assolutamente fedele alla sua opinione, si crea un’ottima opportunità per la promozione dei prodotti.

Quanto è fedele questo pubblico?
Secondo la nostra ricerca, oggi circa il 70% degli utenti è disposto ad effettuare un acquisto sulla base della raccomandazione di una persona che seguono online. Un numero molto significativo.

Avete già un gruppo di influencer?
Sì, influencer nel settore dei giochi, con i quali lavoriamo quotidianamente. Ne abbiamo diverse centinaia, e in alcune zone più di mille.

Sono disposti a sostenere il progetto?
Certo, per loro questa è una grande opportunità per potersi concentrare sulla creazione di contenuti di qualità senza dover pensare a come monetizzarli. Questo è il nostro lavoro.

I vostri rapporti con gli influencer nel settore dei videogiochi comportano il fatto che continuerete a rimanere in questa area di interesse?
L’industria del gaming è solo il nostro punto di partenza per l’influencer marketing. Vogliamo renderlo accessibile a tutte le aziende di medie dimensioni e di nicchia.


Come funziona la piattaforma

Il settore dell’influencer marketing è in circolazione da un po’ di tempo. Perché avete deciso di lavorare nello specifico in questo campo?
In certa misura è successo spontaneamente. Negli ultimi quattro o cinque anni, abbiamo promosso progetti legati ai videogiochi. Quando, per promuovere questi progetti, abbiamo iniziato a comunicare con influencer su YouTube, abbiamo visto che questo tipo di pubblicità aveva un potenziale enorme. È così che è nato il concetto di servizio che mira a semplificare l’interazione tra le persone all’interno di questo mercato e che, idealmente, vuole funzionare da regolatore dell’interazione tra inserzionisti e influencer. Inizialmente, abbiamo cercato una soluzione simile sul mercato per noi, ma non avendola trovata, abbiamo deciso di crearne una.

Quali pensi siano le prospettive per l’influencer marketing? In quale punto collocate la vostra società?
Secondo le nostre stime, entro il 2020 l’industria varrà 10 miliardi di dollari. Prevediamo di portare dapprima il nostro progetto sul mercato di Stati Uniti, Regno Unito, Canada e nei Paesi della CSI (Armenia, Azerbaigian, Bielorussia, Kazakistan, Kirghizistan, Moldavia, Tagikistan, Russia, Ucraina, Uzbekistan, Georgia), per poi introdurlo in Europa e in America Latina. Entro la fine del 2019 prevediamo di lavorare a livello globale in tutti i settore in cui è necessario l’influencer marketing. Gli utenti della nostra piattaforma potranno interagire tra loro a livello locale o creare campagne pubblicitarie globali.

Cosa ti rende così sicuro di essere in grado di raggiungere una crescita così rapida?
Il fatto che siamo la prima piattaforma basata su blockchain che lavorerà nella sfera dell’influencer marketing e il fatto che la piattaforma diventerà un mercato aperto, dove vengono offerti servizi di analisi e di misurazione dell’efficacia delle campagne pubblicitarie.

E la competizione?
Ci sono concorrenti, ma offrono un insieme limitato di servizi. Esistono agenzie che pagano gli influencer usando i token, ma sono specializzate su Instagram, ad esempio.

Con quali piattaforme lavorate?
Abbiamo in programma di lavorare con influencer e blogger su YouTube, Instagram, Facebook, Twitch, Twitter e altre piattaforme online. Fondamentalmente, siamo focalizzati sull’intero mercato della pubblicità online, sul marketing nella blogosfera, sui servizi di streaming e sui social network.

Perché la blockchain? Non sarebbe stato più semplice offrire i vostri servizi “chiavi in mano” e addebitando delle commissioni?
La blockchain oggi è come Internet alla fine degli anni ’90, quando le persone improvvisamente hanno avuto accesso ad un unico spazio di informazione globale. Poiché tutti i nostri progetti sono rivolti al mercato globale, questa tecnologia ci aiuterà a semplificare un gran numero di processi.

Quali?
Innanzitutto, come ho già detto, la blockchain risolverà la questione del processo delle transazioni finanziarie tra diversi Paesi. In secondo luogo, creerà fiducia tra il cliente e il committente nel caso in cui non abbiano ancora lavorato insieme e non sappiano cosa aspettarsi l’uno dall’altro. Questo è uno dei problemi del mercato. Spesso sorgono malintesi tra il cliente e il committente durante l’esecuzione del lavoro, le lamentele di una parte sfociano nella sfiducia dell’altra e, come potete immaginare, questo non è un bene per gli affari. Ad esempio, i blogger non sempre capiscono quanto siano importanti determinate parole chiave o tag per un cliente. Le ignorano o le posizionano troppo tardi, quando il pubblico ha già letto il post o visto il video. Gli strumenti che offriamo consentono di monitorare l’efficacia della campagna pubblicitaria.

Ciò è ovvio per tutti coloro che hanno avuto a che fare con il social media marketing, ma ci puoi dire in che modo la tecnologia blockchain è utile in questo campo?
La blockchain consente di scrivere i termini dell’accordo di partnership nel codice, sotto forma di contratti intelligenti, che quindi esistono sulla blockchain garantendo che le condizioni della campagna pubblicitaria corrispondano al suo costo. Il che è conveniente per tutti: il cliente può essere certo che le sue richieste saranno soddisfatte in tempo e il blogger potrà contare su degli incentivi. Ad esempio, se il coinvolgimento del pubblico con il progetto supera l’indicatore KPI richiesto, la blockchain consentirà di fornire bonus aggiuntivi all’influencer, incoraggiandolo a fare un lavoro ancora migliore. Tutto ciò rende la campagna pubblicitaria più efficace.

Parlaci della piattaforma e delle sue funzionalità.
Con l’aiuto della piattaforma SocialMedia.Market, gli utenti potranno pianificare e lanciare campagne pubblicitarie, programmi di fidelizzazione e programmi di affiliazione per promuovere il proprio prodotto, oltre a monitorare l’efficacia e il coinvolgimento del pubblico. Tutti i processi dopo il lancio saranno automatizzati, il che renderà la piattaforma semplice e comoda da usare. Ad esempio, tutte le informazioni saranno raccolte e analizzate utilizzando i Big Data e i sistemi di analisi dei dati in self-learning. Inoltre, prevediamo di implementare algoritmi di rete neurale, che ci consentiranno di determinare la qualità dei contenuti e, infine, di decentralizzare completamente la relazione tra inserzionisti e blogger.

Chi sono le persone che utilizzano la piattaforma e acquistano i token? Ci puoi descrivere il tuo cliente?
Ovviamente. In primo luogo, i clienti sono gli stessi influencer che, con l’aiuto della nostra piattaforma, vogliono sviluppare e monetizzare le loro pagine web. Inoltre i loro follower, che potranno utilizzare i nostri token come donazioni volontarie, comuni nella blogosfera. In secondo luogo, gli imprenditori privati e i rappresentanti di piccole e medie imprese o brand interessati a promuovere il proprio prodotto attraverso gli influencer sui social network. In terzo luogo, agenzie e grandi brand che devono affrontare il compito di massimizzare le risorse e gestire le campagne pubblicitarie in modo più efficace sui social network. In quarto luogo, gli utenti che vogliono aumentare i propri asset attraverso il nostro sistema di risoluzione delle controversie decentralizzato.

Cos’è esattamente questo sistema e qual è il suo scopo?
Come suggerisce il nome, questo sistema è stato creato per risolvere le controversie tra i clienti e i committenti. Quando sorge un conflitto, ogni nostro cliente portarlo all’arbitrato.

E chi arbitrerà tra le parti?
I nostri titolari di token saranno i giudici. Potranno familiarizzare in anticipo con i dettagli del contratto tra il cliente e il contraente e prendere una decisione di conseguenza.

I titolari di token? Inaspettato...
In realtà, non c’è niente di strano in tutto questo. Poniamovi questa domanda: chi, oltre a noi, ha l’interesse maggiore affinché vi sia un corretto funzionamento e uno sviluppo di successo della piattaforma?

Chiunque sia interessato alla società e al suo successo.
Esattamente. Questo è il motivo per cui i titolari di token saranno i giudici più obiettivi e imparziali. Questo è importante anche per far sentire i nostri utenti coinvolti nel progetto e per far passare il messaggio che stanno aiutando a sviluppare SocialMedia.Market attraverso la loro partecipazione alla risoluzione delle controversie.

Approccio interessante. A proposito, cosa ottengono i proprietari dei token? Quali servizi saranno disponibili per loro?
Il nostro token si chiama Social Media Token (SMT). Dà pieno accesso a tutti i servizi, strumenti e funzionalità della nostra piattaforma. Agenzie e grandi inserzionisti che acquistano token scontati durante l’ICO otterranno condizioni più favorevoli per l’acquisto di campagne pubblicitarie e di servizi della piattaforma. I soggetti potranno contare su una remunerazione per la partecipazione al sistema di risoluzione delle controversie decentrato in qualità di arbitri. Inoltre, i token possono essere utilizzati per pagare servizi analitici aggiuntivi, analisi di Big Data o per ottenere informazioni utili sull’interazione e il lavoro con gli influencer.

Come pensate di proteggere i dati privati degli utenti?
Tutti gli utenti della nostra piattaforma devono essere verificati utilizzando la tecnologia blockchain e i blogger dovranno confermare che il canale o la pagina social appartiene davvero a loro. Inoltre, tutte le interazioni tra gli utenti saranno basate su contratti intelligenti e i pagamenti verranno effettuati solo utilizzando i token della piattaforma. Ciò ridurrà al minimo il rischio di frodi.

Quando ha inizio la vostra ICO e quanto durerà?
L’ICO è iniziata il 9 febbraio 2018 e durerà fino al 16 marzo.

Quanto capitale avete intenzione di raccogliere? Per cosa saranno usati questi soldi?
Circa $20 milioni. Li spenderemo sullo sviluppo della piattaforma, in campagne di marketing e formazione, in spese amministrative e operative, in bonus ad agenti e influencer e in spese legali.

Quali sono i piani per dopo l’ICO?
In primo luogo, dobbiamo completare lo sviluppo della piattaforma SocialMedia.Market e integrare efficacemente la tecnologia blockchain al suo interno. Abbiamo in programma di farlo entro la fine dell’estate - inizio autunno di quest’anno. Altri compiti altrettanto importanti sono la raccolta di capitale per promuovere e pubblicizzare la nostra piattaforma, per l’ampliamento del team, aggiungendo specialisti qualificati nello sviluppo del prodotto, per la programmazione della blockchain e il marketing. Inoltre, prevediamo di lanciare campagne di formazione per blogger e inserzionisti su come lavorare con la nostra piattaforma e con l’influencer marketing, nonché di firmare accordi di partnership con agenzie pubblicitarie e blogger famosi.

Qual è il prezzo di un token durante l’ICO? In che modo la piattaforma genererà profitti dopo il lancio?
2500 SMT valgono 1 Ethereum (ETH). A proposito, i nostri token saranno conformi allo standard dei token ERC20. Innanzitutto, utilizzando la commissione di servizio del 10% per i contratti eseguiti. La piattaforma fornirà inoltre una serie di servizi di analisi e di promozione dei prodotti più approfonditi. Anche questi possono essere acquistati per ottenere ulteriori token.

La volatilità del mercato delle criptovalute ha influenzato in qualche modo l’economia del progetto?
Sì, per il meglio. Quando abbiamo annunciato per la prima volta il progetto, un Ethereum valeva circa $270. Ora è a circa $1000 per unità, quindi, in termini di denaro, il nostro hard cap originario è aumentato significativamente. Di conseguenza, abbiamo deciso di limitare non il numero di token venduti, ma il numero di ETH, ovvero 16.000. Abbiamo anche aumentato il numero di token SMT da scambiare con Ethereum, quindi ora le persone che prendono parte al nostro progetto riceveranno più token di quanto inizialmente previsto. Inoltre, abbiamo ricalcolato i contributi di coloro che hanno supportato il nostro progetto durante la prevendita dei token compensandoli con token aggiuntivi.

Puoi dirci di più del team che sta dietro al progetto? Quante persone ci sono nel tram e qual è la loro esperienza in fintech e blockchain? Il progetto ha qualche consigliere?
Il team del nostro ufficio a Kievè composto da oltre 30 persone che, da più di un anno, utilizzano attivamente criptovalute e le nuove soluzioni e servizi basati sulla blockchain nel loro lavoro quotidiano. E sì, abbiamo quattro consulenti che lavorano con noi. Attualmente stiamo negoziando con diversi esperti in blockchain e marketing.

Per riassumere: come immagina il futuro del progetto?
Spero che non sembri esagerato, ma entro il 2020 prevediamo di controllare il 2-3% dell’influencer marketing mondiale.

Argomenti:

Blockchain ICO

Condividi questo post:

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su ICO

Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlgs 196/03.

Commenti:

Spread btp-bund 10y

150,9

+0,09% 23/02/2018

Potrebbero interessarti

Michela Del Zoppo -

10 migliori ICO del 2018: alla ricerca del prossimo Bitcoin

10 migliori ICO del 2018: alla ricerca del prossimo Bitcoin

Commenta

Condividi

Flavia Provenzani

Flavia Provenzani

3 giorni fa

Gli esperti di criptovalute monetizzano la propria competenza

Gli esperti di criptovalute monetizzano la propria competenza

Commenta

Condividi

Flavia Provenzani

Flavia Provenzani

5 giorni fa

Rivoluzionare le telecomunicazioni con la Blockchain: la mission di BubbleTone

Rivoluzionare le telecomunicazioni con la Blockchain: la mission di BubbleTone

Commenta

Condividi