Si parla spesso nel futuro di veicoli volanti che potrebbero risolvere i problemi di traffico nelle grandi città. Nonostante a molti questa idea sembri un qualcosa di fantascientifico alcune importanti case automobilistiche sembrano credere in questo progetto.

Tra queste anche Hyundai. Il gruppo automobilistico coreano attualmente sta collaborando con Incheon International Airport Corp al fine di accelerare lo sviluppo di Urban Air Mobility.

Entro il 2028 Hyundai vuole portare sul mercato i suoi veicoli volanti

Incheon International Airport Corporation ha dichiarato domenica di aver firmato un accordo con Hyundai Motor, Hyundai Engineering & Construction e KT come parte degli sforzi per portare avanti il progetto Urban Air Mobility, noto anche come «macchine volanti».

L’obiettivo di Hyundai è quello di portare questi veicoli volanti sul mercato entro il 2028. La casa automobilistica sud coreana ha presentato il suo primo concept di veicolo aereo, caratterizzato dalla tecnologia eVTOL, al CES di Las Vegas del 2020.

Questa tecnologia permette il decollo e l’atterraggio in verticale, una cosa essenziale al fine di garantire il lancio e la proliferazione di questi velivoli nelle grandi città di tutto il mondo.

Hyundai cercherà di sviluppare il business mentre Incheon International Airport Corp stabilirà l’infrastruttura e studierà la fattibilità dell’utilizzo di questi veicoli come navette aeroportuali.

Il governo sudcoreano prevede di commercializzare droni taxi che possano viaggiare tra l’aeroporto di Incheon e il distretto finanziario di Yeouido a Seoul in 20 minuti entro il 2025. Vedremo dunque se davvero anche grazie a Hyundai le auto volanti diventeranno realtà nel giro di pochi anni.