Forex, corona svedese: perché puntare al rialzo secondo gli analisti

La corona svedese è la valuta principale con le peggiori performance di quest’anno, ma le cose potrebbero essere sul punto di cambiare.

I dati intraday e in tempo reale del Grafico EUR/SEK sono tratti dalle quotazioni di prodotti OTC.

La corona svedese sta per recuperare dai minimi di otto anni segnati questo mese contro l’euro a quota 10,35. Secondo SEB AB, la banca più importante della Scandinavia, il cambio può arrivare fino a 9,80 corone entro la fine dell’anno; mentre Nordea AB - che insieme a SEB rappresenta uno dei due maggiori investitori sulla corona - vede una potenziale crescita verso quota 10,05 entro il prossimo mese.

La corona ha perso oltre il 4,5% rispetto all’euro quest’anno, un movimento che ha accelerato dopo che gli ultimi dati sull’inflazione armonizzata hanno sorpreso al ribasso. Il trend ribassista si è poi ulteriormente rafforzato dopo che le prospettive per il primo rialzo dei tassi d’interesse di Riksbank in sette anni sono state messe in dubbio, a febbraio, dai membri della banca centrale, che stanno valutando di posticipare.

Secondo Carl Hammer, responsabile della ricerca macroeconomica e valutaria al SEB di Stoccolma, la corona scambia a livelli storicamente delicati. Hammer crede che i prossimi dati sull’inflazione armonizzata svedese dovrebbero mostrare una stabilizzazione e in definitiva un’inversione dell’attuale tendenza rialzista del cambio euro-corona svedese.

La SEB si aspetta che i dati di giovedì 12 aprile mostrino l’inflazione annualizzata in aumento dall’1,7% di febbraio al 2,1% a marzo, mentre Nordea prevede una corrispondenza con il target del 2% fissato dalla Riskbank.

Analisti pronti ad una ripresa della corona svedese

Credit Agricole si aspetta che il recente rallentamento dell’inflazione svedese sia ormai finito, e ritiene che alcuni aspetti negativi siano già stati prezzati.

Valentin Marinov, responsabile ricerca Forex sul grupoo G-10 presso la banca francese, prevede che in un simile scenario una sorpresa positiva potrebbe avere un forte impatto sulla corona, più di quanto sarebbe forte un impatto negativo in caso di sorprese al ribasso sul fronte dell’inflazione, e ha fissato il target sul cambio euro-corona a una quota 9,60 entro la fine dell’anno.

Al momento, sul mercato 1 euro acquista 10,32 corone svedesi.

Secondo gli esperti di BNP Paribas Natalie Rickard e Alexander Jekov, il calo della corona rispetto all’euro negli ultimi mesi non è giustificato dai fondamentali e sembra sottostimare la valuta svedese. I due vedono infatti la corona scambiare a quota 9,60 entro la fine dell’anno.

Gli analisti di BNP Paribas hanno scritto - in una nota diretta ai clienti - che l’economia svedese continua a sovraperformare, e che continuano a vedere la possibilità che il ciclo di normalizzazione dei tassi di interesse diventi totalmente prezzato da parte del mercato, cosa che potrebbe aiutare la corona a recuperare terreno. Eppure dalla Riksbank hanno fatto sapere di non volere che la valuta si rafforzi bruscamente e che, considerata la recente retorica dovish, c’è ora il rischio questo ciclo di normalizzazione venga ritardato.

Un potenziale ostacolo che avrebbe il potere di offuscare le prospettive quando i politici svedesi annunceranno la loro decisione il 26 aprile, sarà la minaccia di un’escalation delle attuali tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina, che potrebbe colpire la corona vista la dipendenza dell’economia svedese dalle esportazioni.

Ma la propensione al rischio potrebbe migliorare nel breve termine, dato che la Cina e gli Stati Uniti potrebbero cercare di allentare le tensioni commerciali attraverso dei colloqui, scenario che andrebbe ovviamente a vantaggio della corona.

Iscriviti alla newsletter Analisi dei Mercati per ricevere le news su EUR/SEK (Euro/Corona svedese)

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \