Economista Savona: «Uscire dall’euro sotto attacco speculativo sarebbe un dramma, serve un piano B»

L’economista Paolo Savona parla della possibile uscita dell’Italia dall’euro. In questa prospettiva la politica deve preparare un piano B che eviti conseguenze disastrose sulla nostra economia. Consiglia alleanze internazionali per fronteggiare la speculazione

"Occorre avere un Piano A per stare nell’euro e un Piano B per uscirne. L’uscita, sotto la spinta di un attacco speculativo come quello mosso nel 2010, sarebbe un dramma. Occorre essere preparati e, per farlo, occorre stabilire nuove alleanze internazionali per fronteggiare l’attacco speculativo contro il debito pubblico e le imprese private’’. Parla così l’economista Paolo Savona, ministro all’Industria nel Governo Ciampi.

Piano A e piano B
L’agenzia di stampa Asca riporta l’intervento di Paolo Savona al convegno di Pordenone Pensa. Il professore ed ex Ministro del governo Ciampi invita la politica italiana alla lungimiranza, preparando in tempo un piano B nel caso l’Italia dovesse uscire dall’euro. Perché, secondo il professore, se l’uscita dall’euro avvenisse sull’onda di un altro attacco speculativo, per la nostra economia sarebbe un disastro. «Stare nell’euro - afferma Savona - non è meno difficile di quanto sia uscirne. Se il costo per rimanervi è la perdita di quote importanti del nostro apparato produttivo e disoccupazione crescente, concentrata per giunta nel settore giovanile, è chiaro che un piano B può diventare indispensabile».

E’ fondamentale per il nostro paese, secondo il professore, fronteggiare un possibile attacco speculativo; per farlo è necessario stringere accordi internazionali: ’’La Germania lo sta già facendo, stringendo accordi industriali importanti con Russia e Cina. Da parte dell’Italia occorrerebbe un’azione di politica estera di tutela dagli attacchi speculativi che ci sarebbero contro una eventuale nuova lira italiana, seguendo proprio la strada della Germania. Del resto, la storia d’Italia è una storia di alleanze, a partire da quella stabilita con i francesi per l’unità d’Italia a quella con gli americani nel dopoguerra fino all’alleanza europea".

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

SONDAGGIO