ETF: per il mercato europeo è il miglior inizio anno di sempre

Il mercato degli ETF nell’area Europa segna il miglior inizio anno mai segnalato. Triplicata la raccolta netta.

ETF: per il mercato europeo è il miglior inizio anno di sempre

Triplicata la raccolta netta di nuovi capitali, che passa dai € 4,2 miliardi dell’ultimo mese del 2017 a 13,4 miliardi a gennaio. È il miglior inizio anno di sempre per il mercato europeo degli ETF, in scia all’abbattimento di vari altri record nel corso dello scorso anno.

Medaglia d’oro per gli ETF azionari, che nel periodo di riferimento dello studio pubblicato da Lyxor sono riuscita ad attirare la maggior parte dei capitali in afflusso per un record storico di 11,5 miliardi di euro in un mese.

Nel dettaglio, all’interno del mercato azionario degli Stati Uniti sono affluiti 1,7 miliardi di euro a gennaio, in calo dai 2,6 miliardi registrati a dicembre 2017, mentre le azioni in Giappone hanno attirato 1,2 miliardi di euro in afflussi, un nuovo record a livello mensile. In forte accelerazione gli afflussi sul mercato azionario europeo, che a gennaio aumentano di 9,7 miliardi di euro, in deciso recupero dalla contrazione di 532 milioni segnalata nel mese precedente. Buone nuove anche sul fronte dei flussi in entrata sull’azionario globale, anch’esso sui massimi storici mensili a quota 2,2 miliardi di euro.

Il fixed income continua ad interessare, anche se con forza minore rispetto ai mesi precedenti. L’afflusso è la metà rispetto alla rilevazione dello scorso anno a quota 1,4 miliardi di euro. Investitori in uscita dal mercato dei titoli di Stato emessi dai Paesi sviluppati, settore che registra un deflusso di 236 milioni di euro - in Europa in particolare, dove si registra una contrazione di 485 milioni di euro.
In decisa ripresa il flusso di capitali diretto verso il segmento dei titoli di Stato emessi dai Paesi emergenti: 896 milioni di euro a gennaio, contro il deflusso di 68 milioni segnalato a dicembre.

Nel contesto del settore degli ETF rimane da segnalare un aumento dell’interesse negli strumenti legati all’inflazione, che nel mese scorso hanno visto aumentare l’interesse per il quarto mese consecutivo, per un afflusso di 645 milioni di euro a gennaio - la tendenza è stata dettata da un miglioramento delle stime sui prezzi al consumo statunitensi. In calo di 152 milioni di euro, invece, i flussi di capitali verso gli ETF legati all’inflazione europea.

Gli afflussi sugli ETF su materie prime aumentano di 476 milioni di euro nel periodo di riferimento, mentre su quelli Smart Beta si registra un risultato particolarmente positivo con 892 milioni di euro in entrata a gennaio.

Argomenti:

ETF Europa (UE) Lyxor

Condividi questo post:

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su ETF

Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlgs 196/03.

Commenti:

Spread btp-bund 10y

131,4

+0,29% 19/02/2018

Potrebbero interessarti

Francesca Caiazzo -

Un 2017 da record per i fondi. Domina BlackRock

Un 2017 da record per i fondi. Domina BlackRock

Commenta

Condividi

Cristiana Gagliarducci

Cristiana Gagliarducci

4 settimane fa

Il 2017 degli ETF, tra record storici e sorprese

Il 2017 degli ETF, tra record storici e sorprese

Commenta

Condividi

Cristiana Gagliarducci

Cristiana Gagliarducci

1 mese fa

Futures sul Bitcoin? Le richieste del NYSE non scaldano il prezzo

Futures sul Bitcoin? Le richieste del NYSE non scaldano il prezzo

Commenta

Condividi