Borse Europa in calo su PMI Cina. Su Piazza Affari FCA in affanno

Azionario europeo in avvio sotto la parità, pesano il crollo di Volkswagen di ieri e il dato sull’economia cinese. Piazza Affari parte debole, FCA ancora al ribasso. Borse asiatiche in rosso sul PMI manifatturiero ai minimi dal 2009.

Avvio in calo per i listini europei nella seduta di mercoledì. Il Ftse Mib segna una partenza sotto la parità a -0,31% (ore 9:15). Sottotono il DAX di Francoforte a -0,12% e il CAC francese a +0,03%. In linea con le piazze del continente anche il Ftse 100 britannico che segna un debole rimbalzo a 0,33% (ore 9:20).

Piazza Affari indebolita da effetto Volkswagen e dati Cina

La Borsa di Milano apre debolmente la seduta odierna su effetto del PMI cinese in calo e sull’estensione delle vendite per il settore auto dopo il caso Volkswagen. Il Ftse Mib segna in partenza -0,3%.
Si prospetta una seduta dominata dalle vendite per Fiat Chrylser Automobiles (-1,34%) dopo il brusco calo di ieri sulla vicenda Volkswagen che ha decretato la sua sospensione dal listino.
Sottotono anche i titoli del comparto bancario che restano vicini alla parità senza sbalzi eccessivi.
Segno meno anche per il titolo Finmeccanica che segna in avvio una perdita del 2,26%.
Sul mercato obbligazionario lo spread BTp-bund sale 116 punti base dopo un’apertura in zona 114. Il rendimento dei decennali italiani segna 1,76%. Resiste ai sell-offl il titolo Inwit (+0,22%) dopo essere stato il migliore performer nella seduta di ieri.

Borse UE, attesa su discorso di Mario Draghi

Il sentiment delle borse europee è alimentato oggi dai due market mover più attesi dell’agenda settimanale: l’indice PMI manifatturiero cinese e il discorso di Mario Draghi a Bruxelles.
Sulla stima della produzione industriale in calo per Pechino è prevista un’apertura sotto la parità per le piazze UE, già messe a tappeto ieri sugli strascichi del caso Volkswagen.
Cresce l’incertezza invece tra gli investitori sulle aspettative per il discorso del numero uno dell’Eurotower su un ulteriore taglio dei tassi dopo l’annuncio della Fed di giovedì scorso, di lasciare invariati i tassi USA previsto per le ore 15:00.
In agenda per oggi, sul fronte Eurozona, anche l’indice PMI di Francia e Germania.

Asia in rosso su indice PMI manifatturiero in calo

Perdite pesanti per l’azionario asiatico, dopo la stima dell’indice PMI manifatturiero diffusa nella notte tra martedì e mercoledì (ore 03:45 italiane).
L’indice Caixin che misura l’attività del comparto industriale, ha subito un calo per il settimo mese consecutivo, scendendo a 47 da 47,3 registrato nel mese di agosto. Il dato non è affatto rassicurante in quanto le stime inferiori alla soglia del 50 indicano lo stato di contrazione dell’economia e in questo caso Pechino sembra peggiorare a vista d’occhio, con l’indice PMI che flette in un solo mese dell’ulteriore 0,3.
Confrontata con gli anni precedenti, la produzione industriale del Dragone è scesa ai minimi dal 2009.
A portare in affanno i mercati asiatici contribuiscono nella seduta di mercoledì anche l’andamento negativo della sessione europea di martedì e il calo delle quotazioni delle commodity. I prezzi del rame hanno infatti influito sulle ulteriori perdite dell’azionario asiatico. Hong Kong è la peggiore dell’area asiatica e cede quasi il 3%. Shanghai perde quasi l’1,8% e Taiwan lascia sul terreno oltre il 2%. Resta ancora chiusa Tokyo per festività.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \