BTP Italia, tutte le informazioni sulla sesta emissione. Il successo sembra annunciato

Il 14 aprile si aprirà la sesta emissione del BTP Italia. Tante le novità, a partire dalla durata. Ecco tutto ciò che serve sapere se si ha intenzione di acquistare il titolo

Torna il BTP Italia, il titolo di Stato indicizzato all’inflazione che nel corso delle passate emissioni ha ottenuto il favore di risparmiatori e investitori.

Dal 14 al 17 aprile il ministero del Tesoro procederà alla sesta emissione, nonché prima per quest’anno, che prevederà delle novità riguardanti in primis la durata e le modalità di vendita.

Andiamo quindi a vedere tutto ciò che serve sapere per prepararsi al meglio a quello che sembra già un successo annunciato

BTP Italia, che cos’è?
I BTP Italia non sono altro che i titoli di Stato indicizzati all’inflazione del nostro Paese, creati per andare incontro alle esigenze dei piccoli risparmiatori e degli investitori retail.

Per la loro emissione, il Tesoro non si serve delle tradizionali aste utilizzate per gli altri titoli, ma utilizza la piattaforma MOT che permette di sottoscrivere il titolo, non solo in banca, ma anche online tramite un home banking abilitato al trading.

BTP Italia, caratteristiche principali
Il BTP Italia possiede delle caratteristiche che lo rendono appetibile soprattutto per i piccoli risparmiatori:

  • premio fedeltà per chi rispetta la scadenza;
  • rendimento minimo sommato alla cedola semestrale indicizzata all’inflazione;
  • nessun commissione di collocamento;
  • possibilità di sottoscrivere il titolo online,
  • taglio minimo 1.000 euro.

BTP Italia e premio fedeltà
Soffermandoci brevemente sul premio fedeltà previsto per il BTP Italia, esso consiste in un rendimento aggiuntivo che il ministero riconosce alle persone fisiche che acquistano il titolo alla data di emissione e lo mantengono in portafoglio fino a quella di scadenza e vale il 4 per mille lordo sul valore nominale dell’investimento.

Il premio fedeltà è destinato anche alle gestioni di portafoglio che agiscono per conto di persone fisiche ed eredi che erediteranno il titolo acquistato all’emissione e lo deterranno sino alla scadenza.

Non viene riconosciuto invece:

  • alle società semplici o di fatto,
  • alle gestioni fiduciarie;
  • alle società di assicurazione che operano in qualità di gestori di polizze.

BTP Italia, sesta emissione: durata e modalità
Per quanto riguarda le modalità scelte per la sesta emissione, essa si terrà dal 14 al 17 aprile e sono previste due fasi:

  • il 14-15-16 aprile il titolo sarà acquistabile dagli investitori retail
  • il 17 aprile la vendita sarà destinata ai soli clienti istituzionali.

Sarà possibile acquistare i BTP Italia tramite la piattaforma MOT messa a disposizione dal London Stock Exchange Group. Come affermato in precedenza, il taglio minimo disponibile è pari a 1.000 euro, mentre il tasso reale minimo garantito sarà comunicato a breve dal ministero.

La novità fondamentale di questa emissione risiede nella durata, che sale da 4 a 6 anni. Questo dovrebbe spingere al rialzo, anche se di poco, i rendimenti (le previsioni parlano del 2,5%.)

Inflazione e deflazione
Dato il periodo di disinflazione in cui si trova l’Italia e il pericolo deflazione che aleggia su tutta l’Europa, sembra opportuno fare una precisazione.

Il ministero ogni 6 mesi paga interessi a tasso fisso sul titolo indicizzato all’inflazione italiana. La rivalutazione si basa sull’indice ISTAT relativo ai prezzi al consumo per famiglie, operai e impiegati (FOI).

Nel caso in cui si verifichi una situazione di disinflazione o peggio di deflazione, c’è un rendimento minimo garantito che viene offerto al sottoscrittore del BTP Italia e viene determinato al momento dell’emissione del titolo allo scopo di coprire comunque l’investimento.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO

Termina il 07/12/2020

Come passerai questo Natale?

762 voti

VOTA ORA