Auto elettriche, è il prezzo a frenare gli italiani

Secondo una ricerca eseguita per Legambiente, l’ostacolo che separa gli italiani dalla mobilità elettrica è il prezzo troppo elevato delle auto.

Auto elettriche, è il prezzo a frenare gli italiani

Le auto elettriche iniziano ad affacciarsi timidamente nel parco macchine italiano, ma i tempi ancora non sono maturi per veder realizzati alcuni degli obiettivi del settore.

La mobilità a zero emissioni non riesce ancora ad incontrare il favore della totalità degli automobilisti, sia per un problema strutturale di servizi legati alla ricarica, sia per un retaggio culturaleche rende gli italiani i più affezionati al motore termico.

Secondo una ricerca fatta da Lorien Consulting per Legambiente, il problema maggiore legato alla diffusione delle auto elettriche sarebbe il prezzo elevato, che ricordiamo è ampiamente legato al costo delle batterie.

Auto elettriche, per gli italiani troppo care

Lo avevamo rilevato anche nel nostro sondaggio, ed è uno dei limiti principali della mobilità ecologica.

Secondo lo studio, il 33% del campione passerebbe all’elettrico se la ricarica avesse prezzi più bassi, mentre il 29% se ci fossero incentivi del 15 o 20% del valore totale dell’auto.

La maggior parte degli intervistati individua il problema delle elettriche nei costi troppo elevati, sia per ricaricare che soprattutto per acquistare.

Soltanto successivamente gli italiani prendono in considerazione la praticità di un’auto a batteria: il 23% acquisterebbe se ci fossero più stazioni per ricaricare, mentre il 21% passerebbe all’elettrico se avesse la possibilità di ricaricare in casa.

Soltanto infine le considerazioni tecniche: il 25% degli italiani acquisterebbe l’auto se l’autonomia fosse maggiore, mentre il 14% vorrebbe prestazioni migliori. Soltanto il 9% sceglierebbe l’elettrico solo se ne uscisse una versione del proprio modello preferito.

La crescita dell’ibrido

Quale migliore alternativa all’elettrico se non un’auto ibrida capace di unire il tradizionale motore a benzina con un’unità elettrica? Come sottolineato dal nostro sondaggio e dai dati di mercato, è l’ibrido a salire più dell’elettrico.

Una scelta moderata ed economicamente più sostenibile. L’ibrido è una soluzione più pulita delle auto a benzina/gas, e soprattutto è più proiettato nel futuro.

I mild hybrid, quelli più comuni, non prevedono ricarica alla spina mentre i plug-in hanno un motore elettrico più potente e una batteria che necessita di essere ricaricata.
Anche i prezzi delle auto ibride sono elevati, ma non tanto quanto le elettriche, e questo consente a chi pensa al futuro di assicurarsi un’auto che anche tra dieci anni non sarà obsoleta.

Iscriviti alla newsletter "Tech" per ricevere le news su Auto Elettriche

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Luca Secondino

Luca Secondino

2 giorni fa

Tesla con il sound Ferrari? Ecco come funziona Soundracer

Tesla con il sound Ferrari? Ecco come funziona Soundracer

Commenta

Condividi

Luca Secondino

Luca Secondino

2 giorni fa

Tesla Model 3, ne saranno costruite 6.000 a settimana entro la fine di giugno

Tesla Model 3, ne saranno costruite 6.000 a settimana entro la fine di giugno

Commenta

Condividi

Luca Secondino

Luca Secondino

3 giorni fa

Auto elettriche, è caccia al cobalto

Auto elettriche, è caccia al cobalto

Commenta

Condividi