Analisi tecnica S&P 500: come sarà l’ultimo trimestre dell’indice americano?

Gli elementi tecnici sul grafico di S&P500 e le crescenti tensioni a livello commerciale potrebbero essere la chiave di volta per una correzione più marcata dell’indice americano

Analisi tecnica S&P 500: come sarà l'ultimo trimestre dell'indice americano?

Nella seduta di ieri, l’indice americano S&P500 è stato vittima di una serie di vendite che hanno interrotto l’idillio rialzista. L’indice ha infatti perso più di mezzo punto rispetto alla chiusura di venerdì. Numericamente questa perdita non sembra avere molto valore, graficamente però ha una certa importanza.


S&P500 grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Se si osserva infatti l’andamento delle quotazioni con un grafico giornaliero si noterà che, oltre al fortissimo trend rialzista che caratterizza l’indice americano, la candela di ieri è stata quella con il maggior real body (range apertura-chiusura) negativo dallo scorso 2 agosto.

Questo segnale, unito alla struttura delle scorse sedute e alla guerra dei dazi, potrebbe essere un avviso che stiano per cominciare alcune prese di profitto. Se si uniscono i massimi del 29 agosto con quelli del 14 settembre e i minimi del 7 con quelli dell’11 settembre 2018 si otterrà una figura di compressione triangolare che imprigiona i corsi.

Tali pattern offrono spesso valide opportunità per operare sui breakout. La parte inferiore di questa figura tecnica è inoltre rafforzata dalla funzione supportiva di area 2.872,8701 punti, zona ereditata dagli scorsi massimi storici del 26 gennaio 2018.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su S&P 500


Elaborazione Ufficio Studi Money.it

Da quanto emerso dall’analisi tecnica dell’indice, sarebbe possibile assistere ad alcune prese di beneficio che avrebbero la possibilità di far correggere l’andamento delle quotazioni, che appaiono piuttosto tirate a rialzo.

Si potrebbe quindi adottare una strategia di matrice ribassista con una chiusura al di sotto di 2.869 punti. Lo stop loss andrebbe posto sopra 2.922 punti e l’obiettivo principale a 2.815 punti e l’obiettivo finale a 2.800 punti.

Tale ritracciamento potrebbe essere sfruttato poi per entrate long con punto di entrata localizzato in area 2.790 punti, stop loss a 2.770 punti e obiettivo principale a 2.820 punti. L’obiettivo finale in questo caso si potrebbe trovare a 2.850 punti.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su analisi tecnica

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.