Abertis: accordo tra Atlantia e Acs?

La Cnmv ha dato il via libera all’offerta presentata da Hochtief (Acs) su Abertis mentre la stampa spagnola riporta di un presunto accordo tra la società tedesca e Atlantia per un’operazione congiunta.

Abertis: accordo tra Atlantia e Acs?

Accordarsi e spartirsi la torta invece che avviare la guerra dei rilanci. È la strada che sembra abbiano scelto di percorrere Atlantia e Hochtief (Acs) per l’acquisizione di Abertis.

Le indiscrezioni appaiono da giorni sulla stampa e questa potrebbe essere la settimana decisiva per capire come si concretizzerà l’operazione.
Intanto proprio oggi, la Cnmv, la Consob spagnola, ha dato il via libera all’offerta presentata dalla controllata di Acs in concorrenza a quella della società italiana, che prevede l’acquisizione di tutte le quote del gruppo.

Operazione congiunta

Numerosi quotidiani spagnoli riportano negli ultimi giorni varie ipotesi sull’eventuale accordo che Atlantia e Acs starebbero trattando per acquisire Abertis.

Secondo alcune fonti, la spartizione del gruppo spagnolo prevede un controllo da parte delle due pretendenti al 50% ciascuno almeno per qualche anno mentre secondo altre, all’italiana potrebbe spettare qualcosa in più.

Qualche particolare in più sull’operazione lo fornisce El Economista secondo il quale i due acquirenti potrebbero lanciare un’Opa congiunta su Abertis attraverso un nuovo veicolo restando nei margini di prezzo proposti da Hochtief, vale a dire non più di 18,36-18,37 euro ad azione.

La nuova società frutto di questa intesa, dovrebbe comunque continuare ad essere quotata a Madrid.

Cnmv sott’accusa

Mentre gli analisti continuano a suggerire che lo scorporo di Abertis dovrebbe essere la via più praticabile, alcuni fondi internazionali minacciano di avviare procedimenti giudiziari sia contro Atlantia e Hochtief che contro la stessa Cnmv.

I due gruppi sono accusati di aver volutamente nascosto informazioni rilevanti sull’operazione in atto, mentre la Consob spagnola è sospettata di aver deliberatamente ritardato l’autorizzazione all’offerta della tedesca in attesa che i due gruppi raggiungessero un accordo.

Da parte sua, invece, il governo spagnolo non sarebbe intenzionato a ricorrere contro la decisione dell’organismo di regolamentazione, sebbene – fa notare la stampa – ci sia ancora tempo per farlo.

Cosa decideranno gli azionisti di Abertis

Cosa accadrà ora? Intanto bisogna aspettare che la Cnmv comunichi i tempi per la presentazione delle offerte indicando inizio e conclusione. Gli azionisti di Abertis avranno poi 30 giorni di tempo per valutare ed accettare le offerte a partire dal giorno successivo dalla prima comunicazione obbligatoria da parte di Hochtief.

C’è, inoltre, interesse sui movimenti del maggiore azionista del gruppo spagnolo, Criteria Caixa: resterà in qualche modo nella società allettato da un piano aziendale promettente o abbandonerà l’investimento incassando il più possibile?

Intanto, martedì è convocata l’assemblea di Abertis mentre venerdì è in programma l’incontro del governo.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Abertis

Argomenti:

Spagna Atlantia Abertis ACS

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.