Joseph Stiglitz

Joseph Stiglitz

Joseph Eugene Stiglitz è un economista e scrittore statunitense, premio Nobel per l’economia nel 2001 con George A. Akerlof e A. Michael Spence grazie al contributo alla teoria delle «asimmetrie informative», teoria economica che riguarda lo screening, una tecnica usata da un agente economico che voglia acquisire informazioni - altrimenti private - da un altro.

Stiglitz ha rivestito ruoli rilevanti nella politica economica: ha lavorato nell’amministrazione Clinton come Presidente dei consiglieri economici e presso la Banca Mondiale dove è stato Senior Vice President e Chief Economist.

Nel 2002 Stiglitz ha pubblicato Globalization and Its Discontents (La globalizzazione e i suoi oppositori - Einaudi), dove analizza gli errori delle istituzioni economiche internazionali, in particolare del Fondo Monetario Internazionale, nella gestione delle crisi finanziarie che si sono susseguite negli anni novanta, dalla Russia ai paesi del sud est asiatico all’Argentina.

Stiglitz illustra come la risposta del FMI a queste situazioni di crisi sia stata sempre la stessa, basandosi sulla riduzione delle spese dello Stato, una politica monetaria deflazionista e l’apertura dei mercati locali agli investimenti esteri. Tali scelte politiche si sono rivelate inefficaci o addirittura di ostacolo per il superamento delle crisi.

Joseph Stiglitz, ultimi articoli su Money.it

Bitcoin: 10 frasi di persone famose

Pubblicato il 15 aprile 2018 alle 08:31

Cosa pensano i big della politica, dell’imprenditoria e della finanza di Bitcoin e criptovalute: raccolta di 10 frasi celebri sulla moneta digitale.