CIR

CIR è acronimo di Conti Individuali di Risparmio. Si tratta di strumenti progettati per incentivare l’investimento in titoli di Stato da parte dei risparmiatori italiani e abbassare le tensioni speculative su questi titoli. Funzionano come dei conti in cui vengono depositati gli investimenti fatti in titoli di Stato.

I CIR sono destinati alle persone fisiche residenti in Italia. Gli investitori hanno vantaggio nell’investire in questi strumenti poiché non pagheranno la tassazione sulle rendite finanziarie. I conti individuali di risparmio sono caratterizzati da impignorabilità, insequestrabilità dei titoli ed esclusione dalle imposte di successione o di donazione se le somme investite vengono vincolate per almeno 18 mesi.

CIR, ultimi articoli su Money.it

Cosa sono i CIR: l’arma del Governo per combattere lo spread BTP

Pubblicato il 7 ottobre 2018 alle 09:55

La Lega spinge sul Governo e punta sul risparmio degli italiani per finanziare il debito pubblico, rendendo i titoli di Stato il più attraenti possibile per le famiglie italiane con i CIR. Ecco cosa sono e come funzionano.