Industria idrica: in Italia margini investimento enormi con leva finanziaria

Grandi possibilità di investimento nell’industria idrica con la leva finanziaria. Ma resta un settore frammentato e alla disperata ricerca di un adeguamento.

Industria idrica: in Italia margini investimento enormi con leva finanziaria

Aumentano gli investimenti nel settore idrico italiano. È quanto emerge dall’analisi presentata da CRIF Ratings in occasione della tavola rotonda dal titolo “Qualità tecnica e fabbisogni emergenti: il salto quantico del settore idrico italiano”.

Quello che si può evidenziare è che dal 2012 al 2016 gli investimenti programmati hanno fatto registrare un progressivo aumento, evidente dall’uso della leva tariffaria che ha generato una crescita del margine operativo lordo del 12,9% CAGR e del margine di profitto sui ricavi del 7,3% CAGR. Aumenta invece del 7,6% CAGR il debito lordo, ma aumentano anche le liquidità disponibili del 30,1% CAGR.

L’analisi è stata condotta sulle principali 100 aziende italiane del settore idrico, che servono circa il 55% della popolazione italiana, e ha evidenziato come resti significativa la capacità di leva finanziaria per gli investimenti; un elemento questo che sembra decisamente il dato più significativo emerso dalla ricerca, come sottolinea Francesca Fraulo, managing director di Crif Ratings:

“Solo sfruttando meglio il potenziale inespresso di leva finanziaria, i primi cento operatori italiani potrebbero attivare 2 miliardi di euro addizionali di finanziamenti e permettere finalmente uno scatto agli investimenti in linea con il reale fabbisogno”.


La tabella mostra la capacità di leva finanziaria sfruttata dalle regioni italiane, sottolineando in maniera evidente lo squilibrio tra Nord e Sud. I dati sono a cura di CRIF Ratings.

Appare chiaro come la capacità di leva finanziaria sia più ampia nelle regioni del Sud rispetto a quelle del Centro-Nord. Ma per il frammentato settore idrico italiano - che investe appena 1,5 miliardi l’anno a fronte dei 5 miliardi necessari per ridurre il clamoroso ritardo nei confronti dell’Europa - rappresenterebbe un passo importantissimo sfruttare una cifra simile.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Settore industriale

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.