Borsalino torna a respirare: marchio dissequestrato

Dopo il fallimento Borsalino torna a sperare: il marchio è stato dissequestrato, prossimo step l’asta di vendita. Il punto della delicata situazione.

Borsalino torna a respirare: marchio dissequestrato

Borsalino e i suoi oltre 130 dipendenti tornano a sperare mesi dopo la dichiarazione di fallimento resa nota sul finire del 2017.

La storica azienda di cappelli, uno dei simboli del Made in Italy, ha potuto tirare un sospiro di sollievo nel momento in cui il procuratore della Repubblica del Tribunale di Alessandria Tiziano Masinidi ha disposto il dissequestro del marchio.

Il tutto dopo il raggiungimento di un accordo tra la Curatela di Borsalino e Haeres Equita, il fondo che ha comprato dal Microcredito per complessivi 17,5 milioni di euro.

Al fallimento di fine 2017 ha fatto seguito il sequestro preventivo del marchio, avvenuto nel mese di febbraio 2018 su istanza dei curatori fallimentari Ambrosini e Barisone. L’operazione ha avuto il chiaro scopo di impedire la vendita di Borsalino.

Finalmente, dopo mesi di trattative alle quali si è per giunta affiancata un’indagine per bancarotta fraudolenta ai danni Borsalino, Microcredito e Philippe Camperio, l’accordo è stato raggiunto e la procura ha disposto il citato dissequestro del marchio.

Tutti gli occhi saranno ora puntati sul prossimo 12 luglio, giorno in cui partirà ufficialmente l’asta per la vendita dello storico marchio italiano. Il prezzo base dell’asta sarà di 7,8 milioni di euro concordati con Haeres Equita di Camperio.

L’operazione non riguarderà soltanto lo stabilimento principale di Alessandria, ma anche gli store, le macchine e gli altri attivi. Il ricavato servirà per rimborsare i creditori di Borsalino dopo il baratro in cui l’azienda è stata trascinata dall’imprenditore Marco Marenco.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Bancarotta

Argomenti:

Bancarotta

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.