Ultime notizie pensioni: proroga Opzione donna ed aumento età pensionabile, le novità

icon calendar icon person
Ultime notizie pensioni: proroga Opzione donna ed aumento età pensionabile, le novità

Ultime notizie pensioni: le lavoratrici donne proseguono la loro battaglia per chiedere la proroga di Opzione donna. Sindacati schierati contro aumento età pensionabile.

Le ultime notizie sulle pensioni riguardano ancora una volta la battaglia portata avanti dalle lavoratrici donne per la proroga di Opzione donna.

Nonostante la strada in salita e le poche rassicurazioni ricevute da parte del Governo, continua l’attività del Movimento Opzione donna che, diventato ormai punto di riferimento per tutte le lavoratrici accomunate dallo stesso obiettivo, sta mettendo a punto le prossime strategie per ottenere dall’esecutivo quanto originariamente promesso, ossia la proroga della misura al 2018.

A fine mese infatti riprenderanno gli incontri tra sindacati e Governo per discutere dei temi di natura previdenziale che ancora richiedono interventi, e valutare le possibili misure da inserire nella prossima Legge di Stabilità. Settembre sarà un mese decisivo per conoscere le sorti di Opzione donna: entro il 30 del prossimo mese verranno resi noti i dati del monitoraggio Inps, che dovranno certificare un eventuale risparmio di risorse. Solo allora il Governo potrà presumibilmente valutare la possibilità di prosecuzione del regime di pensione anticipata dedicato alle donne.

In questi giorni si è tornato anche a parlare di età pensionabile: dopo la bocciatura da parte della Ragioneria dello Stato di un possibile blocco del sistema di adeguamento alle speranze di vita, i sindacati hanno fatto fronte comune ribadendo la necessità di evitare il prossimo scatto previsto nel 2019.

Ecco tutte le ultime notizie sulle pensioni.

Ultime notizie pensioni: Opzione donna, continua richiesta proroga al 2018

Nonostante il periodo di ferie continua la battaglia del Movimento Opzione donna, che chiede al Governo la proroga al 2018 della misura che consentirebbe alle lavoratrici donne in possesso di 57/58 anni di età e di 35 anni di contributi di andare in pensione anticipata, accettando che il proprio assegno venga calcolato con il metodo contributivo.

Senza proroga, infatti, il regime sperimentale risulta concluso al 31 dicembre 2015 escludendo di fatto dal beneficio tutte coloro che entro tale data non hanno perfezionato i requisiti richiesti.

In questo periodo le amministratrici del gruppo Movimento Opzione donna stanno quindi sollecitando tutte le iscritte a twittare per mantenere alta l’attenzione sul tema e per esercitare pressione nei confronti del Governo che, a partire dal prossimo settembre, dovrà iniziare a valutare le misure da inserire nella prossima Legge di Stabilità.

Ultime notizie pensioni: aumento età pensionabile, sindacati contro lo scatto di età

Tra le ultime notizie sulle pensioni ha fatto discutere la presa di posizione della Ragioneria dello Stato sull’aumento dell’età pensionabile il cui eventuale blocco è stato considerato dalla stessa un rischio per l’intero sistema pensionistico.

Sulla questione sono intervenuti i sindacati che da settimane chiedono al Governo di rivedere il meccanismo degli adeguamenti alla speranza di vita che dovrebbe portare, a partire dal 2019, l’età pensionabile a 67 anni.

A tal proposito il segretario confederale della Cisl Maurizio Petriccioli ha ribadito la necessità di rimandare il prossimo scatto spiegando che

“si tratta di un rinvio necessario e sopportabile che trova un consenso trasversale anche nelle forze parlamentari che giudicano necessario ed utile mitigare la rigidità delle regole previdenziali ed alleggerire la condizione di milioni di lavoratrici e di lavoratori che fanno lavori diversi per usura e retribuzione”.

Dello stesso avviso è anche il segretario confederale della Cgil Roberto Ghiselli che, in una nota, ha commentato:

“Dopo i drastici incrementi previsti dalle ultime manovre l’Italia si trova già ora ad avere l’età di pensionamento più alta in Europa”

ed è quindi

“necessaria una vera riforma delle pensioni che renda il sistema non solo economicamente ma anche socialmente equo e sostenibile”.

Segui Money.it su Facebook

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su Opzione donna

Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlgs 196/03.

Chiudi [X]