Coronavirus: è l’isteria collettiva la paura maggiore

I risultati del sondaggio di Money.it sull’emergenza coronavirus per capire quale sia la maggiore preoccupazione legata al virus: il timore più grande sarebbe quello di una sorta di isteria collettiva, seguito da quello di una crisi economica.

Risultati sondaggio coronavirus: è l’isteria collettiva la paura più grande. Questo è l’esito dell’indagine conoscitiva che Money.it, dopo lo scoppio dell’emergenza anche in Italia, ha voluto rivolgere ai propri lettori chiedendo loro di rispondere in merito a quale fosse il maggior timore legato alla diffusione del virus anche nel nostro Paese.

Sondaggio: coronavirus, di cosa hai più paura?

  • Isteria collettiva - 36,3%
  • Crisi economica - 26,7%
  • Ammalarsi - 11,7%
  • Morire - 10,0%
  • Finire in quarantena - 6,1%
  • Avere ripercussioni lavorative - 5,4%
  • Non so - 4,2%

Se la politica in nome dell’emergenza nazionale sta cercando di fare quadrato per contenere il contagio e superare questo momento difficile, tra gli italiani specie quelli residenti al Nord è ormai panico da coronavirus.

Non è un caso che la risposta più gettonata tra le varie paure legate al coronavirus sia quella di una sorta di isteria collettiva, che già è in parte tangibile dal fatto che non si trovino più sul mercato mascherine e gel igienizzanti.

Pure la crisi economica che sarebbe alle porte, con l’Italia ormai verso la recessione, sarebbe un timore più forte rispetto al rischio di finire in quarantena, di ammalarsi e anche di morire.

Con questo sondaggio, che ricordiamo non ha valore scientifico ma solamente indicativo visto che non è realizzato a campione, lo scopo di Money.it è stato quello di conoscere quale fosse la maggiore paura dei propri lettori in merito a questa emergenza coronavirus.

Coronavirus: un sondaggio su cosa si teme di più

Nelle ultime ore da più fronti stanno arrivando diversi appelli rivolti ai media per cercare di abbassare i toni sul coronavirus, cercando così di non alimentare ulteriore panico tra la popolazione dopo lo scoppio dell’allarme anche in Italia.

In questa ridda di voci dove si accavallano pareri apocalittici a quelli invece più cauti, appare difficile rimanere distaccati di fronte a un virus che per alcuni versi ci appare ancora come misterioso considerando anche l’assenza di un vaccino.

Il sondaggio proposto da Money.it ha voluto cercare di capire quale sia la paura maggiore da parte dei propri lettori di fronte all’emergenza coronavirus, partendo dal presupposto che inevitabilmente di questa epidemia sentiremo purtroppo parlare ancora a lungo.

Tra le varie opzioni di risposta insieme ai sentimenti più normali di fronte a un virus, ovvero il timore di ammalarsi o di morire, c’erano timori che possono essere altrettanto forti ma non dettati però necessariamente dal proprio stato di salute o di quello dei propri cari.

Come dimostrato anche dai primi dati che arrivano dalla Cina dove è scoppiata l’epidemia, sembra scontato che il coronavirus tra le tante conseguenze porterà anche quella di una crisi economica visti i blocchi commerciali e il calo dei consumi.

La necessità di circoscrivere al massimo il contagio spinge poi per necessità le autorità competenti a mettere in quarantena i Comuni considerati zona rossa, al momento in Italia ne sarebbero undici, può far nascere la paura del dover rimanere anche se sani per un lungo periodo confinato tra le proprie mura con gravi ripercussioni lavorative e sociali.

Infine c’è il timore, risultato il più gettonato, che dato il gran clamore attorno alla vicenda si crei una sorta di isteria collettiva derivante dalla paura del contagio, che potrebbe portare anche a comportamenti estremi e pericolosi.

Argomenti:

Sondaggi Coronavirus

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories