Pensioni oggi: uscita anticipata, slitta al 2018 Ape volontaria

icon calendar icon person
Pensioni oggi: uscita anticipata, slitta al 2018 Ape volontaria

Pensioni oggi: slitta al 2018 l’Ape volontaria, la misura di pensione anticipata che consente l’uscita a 63 anni. Ecco tutte le novità.

Non sembra voler avviarsi verso il lieto fine la vicenda relativa all’Ape volontaria, la misura di pensione anticipata introdotta con l’ultima Legge di Stabilità.

Sembra ormai sempre più certo lo slittamento del prestito pensionistico al 2018, a causa dei ritardi nella procedura di pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale.

E così la misura che è stata presentata dal Governo come il punto di forza dell’ultima riforma delle pensioni, e che avrebbe dovuto partire già lo scorso maggio, sembra destinata a vedere la luce solo a partire dal prossimo anno.

Si prolunga dunque l’attesa per tutti coloro che vogliono usufruire dell’Ape volontaria per andare in pensione anticipata: la notizia positiva è che la decorrenza della prestazione resterà a partire da maggio 2017, e verranno dunque riconosciuti gli arretrati.

Pensioni oggi: Ape volontario, rischio slittamento al 2018

Sembrava praticamente fatta per l’Ape volontaria, e invece l’attesa sembra destinata a durare.

Lo slittamento al 2018 dell’Ape volontaria sembra ormai praticamente certo: i tempi sono troppo stretti, e le procedure complesse.

Il decreto sulla misura di pensione anticipata è stato firmato dal premier Gentiloni poco più di un mese fa, dopo una serie di ritardi, e ora resta da portare a termine la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

La procedura è però ancora complessa: manca il via libera della Corte dei Conti e, nonostante siano stati chiusi gli accordi quadro con Abi e Ania, non si sa ancora a quanto ammonterà il costo finale del prestito pensionistico necessario per l’Ape.

Inoltre dovranno essere rese note le istruzioni dell’Inps che, a loro volta, dovranno ottenere il via libera dal Ministero del Lavoro.

A spiegare bene quale sia la situazione attuale è stato Il Sole 24 Ore, spiegando che, anche qualora l’Inps dovesse riuscire a pubblicare in tempi record le disposizioni operative,

«l’Istituto potrebbe non rispondere subito alle domande di certificazione Ape visto che la norma prevede una scadenza di 60 giorni».

Pensioni oggi: Ape volontaria, chi potrà chiederla

Ricordiamo brevemente cosa sia l’Ape volontaria, e chi possa fare richiesta di accesso alla misura per uscire anticipatamente dal mondo del lavoro.

L’Ape volontaria è una prestazione che accompagna il lavoratore fino all’età pensionabile. Consiste sostanzialmente in un prestito, richiesto a un istituto di credito tra quelli convenzionati, che dovrà essere poi restituito a rate ventennali una volta avuto accesso alla prestazione pensionistica. Oltre al prestito bancario l’interessato dovrà attivare anche un’assicurazione, a garanzia dell’anticipo erogato dall’istituto bancario nel caso di premorienza.

Possono fare richiesta di accesso all’Ape volontaria i lavoratori a partire dai 63 anni, se hanno almeno 20 anni di contributi versati.

Segui Money.it su Facebook

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su APE Volontaria

Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlgs 196/03.

Chiudi [X]