Italia sorvegliata speciale: «Squilibri economici eccessivi». Rischio sanzioni dall’Ue

Italia sorvegliata speciale dell’Ue. Gli «squilibri economici eccessivi» e l’enorme debito che rappresenta un «pesante fardello» per il paese hanno portato tutti i riflettori puntati sull’Italia.

La commissione europea ha inserito l’Italia tra i paesi sotto stretta sorveglianza. Il commissario agli Affari economici, Olli Rehn, ha deciso di lanciare un «monitoraggio specifico sull’Italia per verificare che l’adozione delle riforme e l’aggiustamento dei conti sia in linea con le raccomandazioni dell’Unione Europea».

Il pericolo è che, se non si farà abbastanza per ridurre il debito e rilanciare la competitività, a giugno sia formalmente avviata una procedura per «squilibri eccessivi» che potrebbe portare anche a sanzioni finanziare. «Incoraggiamo il nuovo governo a un’azione rapida e decisa», ha detto Rehn, presentando i risultati dell’analisi approfondita lanciata in novembre su 17 paesi dell’Ue.

Il monito della commissione europea è talmente duro che anche il Ministro dell’economia Padoan ha dovuto riconoscere i gravi problemi del paese. L’Italia secondo il rapporto europeo è tra i paesi con «squilibri macro-economici eccessivi», allo stesso livello di Croazia e Slovenia.

Padoan riconosce che si tratta di «un monito severo che mette in evidenza i nostri problemi strutturali, ma ci incita a far ripartire l’economia».

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.