Red Hat: +50% a Wall Street con acquisizione IBM

Red Hat spicca il volo a Wall Street dopo la comunicata acquisizione da parte di IBM. +50% del titolo

Red Hat: +50% a Wall Street con acquisizione IBM

Red Hat ha festeggiato l’acquisizione da parte di IBM e ha messo a segno una strabiliante progressione di circa 50 punti percentuali nella prima sessione della settimana.

L’operazione, dal valore di 34 miliardi di dollari, ha permesso alla quotata specializzata nei software open source di schizzare addirittura sopra i 175 dollari, il tutto dopo le pessime performance registrate negli ultimi mesi.

L’acquisizione di Red Hat da parte di IBM aiuterà entrambe le parti in causa a rafforzare la propria offerta nel settore cloud. La società acquirente, tuttavia, si impegnerà a rimanere fedele al modus operandi fino ad ora utilizzato dal colosso dei software che, proprio per questo motivo, entrerà nella squadra Hybrid Cloud di IBM come unità separata.

“Unire le nostre forze a quelle di IBM ci fornirà una potenzialità maggiore nella crescita, nelle risorse e nelle capacità di accelerare l’impatto dell’open source come base per la trasformazione digitale, e porterà Red Hat ad un’audience ancora superiore - il tutto preservando la nostra cultura esclusiva e il nostro impegno costante per l’innovazione nel campo dell’open-source”,

ha commentato un entusiasta Jim Whitehurst, CEO di red Hat.

IBM su Red Hat: i dettagli dell’acquisizione

Dopo l’acquisizione IBM-Red Hat il quartier generale del colosso dei software non si muoverà da Raleigh, in North Carolina, cosicché circa 2.000 dipendenti potranno svolgere il proprio lavoro in continuità.

IBM pagherà 190 dollari per azione, con un premio di oltre il 60% rispetto al prezzo di chiusura di venerdì scorso. Nella definizione dei dettagli e delle condizioni dell’operazione, Red Hat è stata assistita e rappresentata da Guggenheim Partners, mentre JP Morgan ha contribuito al finanziamento di IBM.

L’acquisizione di Red Hat da parte di IBM, secondo il CEO di quest’ultima, Ginny Rometty, rivoluzionerà l’universo dei servizi cloud così come lo conosciamo oggi.

“IBM diventerà il fornitore numero uno nei servizi hybrid cloud, offrendo alle compagnie l’unica soluzione cloud aperta che garantirà il pieno valore del cloud per i loro affari”.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Red Hat

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.