Forex: dollaro di Singapore ai minimi di oltre 7 anni, la discesa non è finita

Dollaro di Singapore ai minimi di 7 anni contro il dollaro, analisi: la discesa non è finita.

Il dollaro di Singapore è crollato ai minimi del 2009, colpiti durante la crisi finanziaria globale, e la strada al ribasso sembra senza ostacoli.

Il dollaro americano è salito toccando quota 1,4506 dollari di Singapore, in recupero dai minimi di sessione a S$ 1,4428. Si tratta il libello più debole per la valuta della città-stato da agosto 2009.

La valuta di Singapore ha poi recuperato terreno, alla notizia diffusa dalla Reuters per cui la banca centrale dello stato starebbe per intervenire per sostenere la moneta. La Monetary Authority of Singapore (MAS) si è rifiutata di commentare.

La nuova debolezza per il dollaro di Singapore arriva in scia al rafforzamento del biglietto verde a seguito della vittoria a sorpresa di Donald Trump alle elezioni negli Stati Uniti e alla anticipazione della Federal Reserve di altri tre aumenti dei tassi di interesse nel corso del 2017 - un ritmo di normalizzazione più veloce di quanto precedentemente previsto.

Forex: ancora discesa in vista per il dollaro di Singapore

Gli analisti si aspettano che il dollaro di Singapore possa scendere ancora, ma non sembra probabile che arrivi testare i minimi toccati durante la crisi asiatica come invece ha già fatto recentemente la valuta della Malesia.
Il ringgit malese è sceso ai minimi del 1998 a causa della tendenza rialzista del dollaro e della debolezza dell’economia interna.

Ma l’/ pair Canta dollaro ha ancora molta strada da fare prima che colpisca i suoi massimi di anche la crisi finanziaria globale, quando è salito più in alto intorno 1,5562 alla fine del 2009; ha toccato i livelli sopra 1,85 nel 2001, sulla scia dei 11 settembre 2001, gli attacchi terroristici a New York.

Come la Malesia, l’economia domestica di Singapore affronta anche una prospettiva di roccia, gli analisti hanno notato.

Ma il cambio USD/SGD ha ancora molta strada al ribasso da fare prima di colpire i massimi della crisi finanziaria mondiale, quando il cross è arrivato a segnare quota 1,5562 alla fine del 2009; è salito a 1,85 nel 2001, sulla scia degli attacchi terroristici a New York dell’11 settembre 2001.

Come la Malesia, l’economia domestica di Singapore affronta numerose difficoltà, come sottolineato dagli analisti.

L’economia e il mercato finanziario di Singapore sono probabilmente tra i più esposti nell’area Asia all’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, al possibile arrivo di un protezionismo commerciale da parte degli Stati Uniti e ai rischi politici in Europa.

Numerose anche le sfide interne al Paese. L’alto livello di leva finanziaria a carico di famiglie e imprese implica una forte vulnerabilità al un ritmo più veloce di aumento dei tassi di interesse negli Stati Uniti in risposta alle politiche di Trump.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories