FXCM: $6,8 mln azzerati con il crollo di Fortress Prime. Indaga l’FBI

FXCM cancella $6,8 milioni dalle riserve dopo il crollo di Fortress Prime. FBI alla caccia dell’azionista di maggioranza, nome già noto alle autorità americane.

Dopo la notizia che ha visto il taglio dei servizi informatici offerti da Fortress Prime attraverso il suo provider, il crollo finanziario della clearing house asiatica vede in FXCM quella che sembra essere la prima vittima illustre.

FXCM risultava essere cliente della Fortress Prime e il recente azzeramento di ben 6,8 milioni di dollari tra le sue riserve, a causa di crediti inesigibili da terze parti, segnala la possibilità di un coinvolgimento diretto del broker.
Evento, questo, inedito per una società come FXCM, abituata a buoni risultati e tra i principali broker a livello mondiale per il trading su Forex, indici e CFD.

Fortress Prime tradisce i clienti: società priva di liquidità

Dallo scorso agosto si era cominciato a capire che le cose non stessero andando bene per Fortress Prime.
La clearing house con base a Dubai, leader nei mercati asiatici, si occupa di fornire liquidità ai broker per il trading all’interno del Forex e dei mercati di indici e materie prime. Già lo scorso agosto alcuni clienti della società non furono in grado di prelevare i loro fondi.

La situazione si è ripetuta a marzo quando, all’incapacità di prelevare fondi, si è aggiunta l’impossibilità di controllare il bilancio dei propri conti da parte di molti clienti di Fortress Prime.
Da pochi giorni la situazione si è ulteriormente aggravata, con il taglio dei servizi tecnologici e informatici da parte di due provider della clearing house asiatica.

FXCM prima grande vittima? $6,8 milioni azzerati

I vertici di FXCM tendono a non dare informazioni relative alla vicenda ma, alla luce degli ultimi risultati finanziari resi noti dal broker americano, gli intrecci della vicenda si cominciano a chiarire e FXCM appare come la più illustre vittima del crollo di Fortress Prime.

All’interno del report sugli ultimi risultati finanziari è la stessa FXCM ad evidenziare l’eliminazione di 6,8 milioni di dollari dalle riserve, senza fare espliciti riferimenti.

Dopo le sofferenze mostrate dagli eventi che hanno coinvolto la banca nazionale della Svizzera, FXCM si ritrova ora a dover registrare un ulteriore grave perdita causata da una sua controparte.

Un buon numero di broker hanno operato con Fortress Prime, affidandole denaro derivante da trading su CFD e valute.
Secondo rumor vicini alla clearing house asiatica, sembra proprio che FXCM risulti tra le società coinvolte e la perdita registrata appare come un’implicita conferma.

FBI a caccia dell’azionista di maggioranza: gli eventi principali

Fortress Prime ha sempre nascosto le carte riguardo ai propri azionisti di maggioranza e alla propria compagine sociale, ostacolando quindi l’individuazione delle persone responsabili del crollo.

Attraverso numerose indagini, passate da nomi di sultani a possibili coinvolgimenti di membri della famiglia reale di Dubai, si è giunti all’individuazione di un certo Hamed Ahmed Mukhtar Hamed Mohamed che risulta essere, contrariamente alle informazioni inizialmente pubblicate dalla società, il suo azionista di maggioranza.

Alcuni clienti di Fortress Prime hanno dichiarato di aver avuto rapporti con Hamed Ahmed Mukhtar Hamed Mohamed, confermando l’identikit fornito dall’FBI, che vede il soggetto in questione come un ricercato per truffa.

Le autorità egiziane hanno fornito un ulteriore riscontro utile all’FBI, dando conferma della data e del luogo di nascita del ricercato, dopo averne accertato la somiglianza nelle foto possedute, arrivando anche a scoprire che Hamed Ahmed risultava già noto alle autorità americane.

Nel 1996 fu infatti arrestato in un hotel di lusso a Manhattan proprio dall’FBI e condannato a 56 mesi in carcere per rapina mano armata in una banca del New Jersey.
Ora FBI e Interpol sono tornate alla caccia dell’azionista di maggioranza, dopo che i clienti di Fortress Prime, con queste notizie, sono tornati a riconsiderare il modo in cui valutare i rischi delle proprie controparti.

Iscriviti alla newsletter Altre Rubriche

Argomenti:

FXCM FBI

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \