Borsa italiana oggi: Mps sprofonda, salgono UBI e Mediaset

icon calendar icon person
Borsa italiana oggi: Mps sprofonda, salgono UBI e Mediaset

Borsa italiana oggi: le azioni Mps sprofondano nel giorno in cui si chiude la conversione dei bond subordinati in mano al retail. UBI e Mediaset in territorio positivo.

Borsa italiana oggi: aggiornamento ore 11:50 - Profondo rosso per il titolo Mps oggi a Piazza Affari. Le azioni dell’istituto di Rocca Salimbeni sprofondano a -13,70% a quota 16 euro. Per la banca toscana - che oggi conoscerà l’esito della conversione in azioni dei bond subordinati in mano alla clientela retail - appare ormai inevitabile la soluzione di una ricapitalizzazione precauzionale a cura dello Stato.

Tra gli altri titoli in rosso troviamo Italgas (-1,91%), Enel (-1,31%), Banca Mediolanum (-1,01%), Unipol Gruppo (-0,94%), Banco Popolare (-0,98%) e Saipem (-0,78%).

Bene Mediaset (+1,31%) e UBI Banca (+1,45%).

Al momento il FTSE MIB cede lo 0,45% a quota 19.161,50 punti. Lo spread tra Btp e Bund è in calo dell’1,89% e si porta a 156.10 punti. Tra le altre principali borse europee, Francoforte segna un lieve rialzo a +0,08%, Parigi cede lo 0,28% mentre Londra fa -0,07%.

Borsa Italiana oggi: aggiornamento ore 09:25 - Nel giorno decisivo per il futuro del Monte dei Paschi di Siena, Piazza Affari al momento cede lo 0,03% a quota 19.241,50 punti. A pesare sulla performance del listino milanese è il titolo Mps, che sprofonda a -8,63% a quota 16,94 euro per azione.

Oggi alle 14 si chiude l’offerta di conversione dei bond subordinati in mano alla clientela retail. A quanto si apprende, finora sono stati raccolti 500 milioni.

Al termine dell’operazione ne sono attesi 800 complessivi, che sommati alle obbligazioni già convertite dagli istituzionali farebbero salire l’importo a 1,8 miliardi sui 5 necessari. Per l’istituto di Rocca Salimbeni si profila dunque lo scenario di un intervento dello Stato e del burden sharing.

Per quanto riguarda gli altri bancari, è in rialzo il titolo UBI, che guadagna il 2,61% a quota 2,83 euro per azione. Positivi anche Mediobanca (+0,57%), Banco Popolare (+0,33%), Intesa (+0,25%) e Bpm (+0,26%).

Continua a crescere Mediaset, che si porta a +1,80% a quota 4,520 euro per azione. A tenere banco è la guerra con i francesi di Vivendi, che hanno annunciato di aver aumentato la quota nel Biscione al 25,75% del capitale, con il 26,77% dei diritti di voto.

L’intenzione del gigante controllato da Vincent Bolloré è quella di salire al 30% di Mediaset. Soglia oltre la quale è necessario lanciare un’Opa su tutto il capitale. La maggior parte degli analisti, tuttavia, considera improbabile un’Offerta pubblica di acquisto da parte di Vivendi al momento.

Venendo ai principali indici del Vecchio Continente, il DAX è in lieve rialzo a +0,03% a quota 11.468,50 punti, Parigi cede lo 0,16% a quota 4.842,20 punti, mentre Londra si muove muove in territorio positivo a +0,02% e 7.045,70 punti.

Lo spread tra Btp e Bund al momento è in calo dell’1,38% a quota 156.90 punti.

Chiudi [X]