Auto: oltre 400 euro di multa per chi getta rifiuti dal finestrino

Gettare rifiuti o mozziconi di sigaretta dal finestrino della propria auto o di qualsiasi altro veicolo è un vero e proprio illecito amministrativo che viene punito con sanzioni che arrivano fino a una somma di 425 euro.

Auto: oltre 400 euro di multa per chi getta rifiuti dal finestrino

Multe salate per chi getta rifiuti dal finestrino: questo comportamento così diffuso rientra infatti tra gli illeciti amministrativi puniti dall’articolo 15 del Codice della Strada con multe oltre i 400 euro.

Questa sanzione riguarda sia i conducenti sia i passeggeri di automobili e di qualsiasi altro mezzo di circolazione. La legge n. 221/2015 prevede sanzioni che vanno da 30 a 150 euro per chi lanci a terra scontrini, fazzoletti di carta e gomme da masticare o qualsiasi altro genere di sporcizia: la multa è doppia se il rifiuto gettato è un prodotto da fumo.

Un gesto così semplice e talvolta automatico quindi può comportare conseguenze molto pesanti.

Il divieto

Il divieto di gettare rifiuti vale sia per le auto in sosta che per quelle in movimento. L’illecito amministrativo è sanzionato dal Codice della Strada all’art. 15 del Dlgs. n. 285/1992; in particolare il comma 1 lettera f bis) chiarisce:

È vietato insozzare la strada o le sue pertinenze gettando rifiuti o oggetti dai veicoli in sosta o in movimento”.

Il comma 3-bis della stessa norma parla della multa relativa a tale illecito: chi non si attenga a questa prescrizione viene punito con la sanzione amministrativa pecuniaria che va da 106 a 425 euro, importo aumentato a partire dal 1° gennaio 2015.

Riferimenti normativi

L’illecito amministrativo è enunciato come già detto dall’art. 15 del Codice della Strada ma è stato successivamente rafforzato dalla legge n. 221/2015 “Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell’uso eccessivo di risorse naturali”.

L’articolo 40 di questa legge dispone il divieto di abbandonare mozziconi dei prodotti da fumo sul suolo, nelle acque e negli scarichi; altro comportamento che la legge impedisce e sanziona è l’abbandono sul suolo, nelle acque, nelle caditoie e negli scarichi di piccoli rifiuti.

L’articolo 255 invece enuncia tale principio:

Chiunque viola il divieto di cui all’articolo 232-ter e’ punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da euro trenta a euro centocinquanta. Se l’abbandono riguarda i rifiuti di prodotti da fumo di cui all’articolo 232-bis, la sanzione amministrativa e’ aumentata fino al doppio”.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su Rifiuti

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.