Analisi tecnica e Grafico: Dollaro neozelandese (NZD)

Pubblicato il 6 agosto 2018

Analisi tecnica e grafico Dollaro neozelandese (NZD)
Valori
Ultimo prezzo 0,8771
Variazione -0,13%
Max (52 settimane) 0,9518
Min (52 settimane) 0,86
Indicatori
MM200 0,90
RSI 14 29,91
MACD -0,004
Performance
1 settimana 1,40%
1 mese 1,81%
3 mesi 3,04%

Analisi tecnica forex: NZD/CAD rompe i minimi di maggio, quale direzione per il cross valutario?

Le quotazioni del cross valutario NZD/CAD si trovano in prossimità di un importante livello statico creato con il minimo di maggio a quota 0,8787, la chiusura odierna sarà fondamentale

Il cross NZD/CAD si trova in prossimità del livello statico di lungo periodo a 0,8787 dollari canadesi, area di supporto statica testata nel maggio scorso, la quale ha invertito il corso dei prezzi portando le quotazioni ai recenti massimi di swing a 0.9230 dollari canadesi. Con la candela di venerdì pare sia avvenuta una rottura stabile del supporto chiave.

In un’ottica di lungo periodo il cross oscilla in un trading range delimitato dal livello supportivo precedentemente menzionato e l’area resistenziale a 0.9640-0.9770 dollari canadesi. Alla luce della significatività tecnica del livello statico, se le quotazioni odierne dovessero rimanere chiaramente al di sotto di tale livello ed eventualmente disegnando una candela inside, la rottura dei minimi di venerdì potrebbe portare ad un significativo impulso ribassista. Al contrario se i prezzi dovessero recuperare chiudendo con forza al di sopra del supporto chiave si formerebbe una bear-trap con evidenti implicazioni rialziste.

Come primo target ribassista si potrebbero vedere le quotazioni in area 0.8636 dollari prossimo supporto statico creato dal minimo segnato nel novembre dell’anno scorso.

Con un’operatività rialzista si andrebbero invece a vedere le quotazioni prima verso i massimi dell’area di consolidamento che si è formata nel mese di luglio in area 0.8993 e successivamente in area 0.9227, ultimo massimo di swing, ma sarà necessario considerare anche la trendline discendente visibile collegando il massimo precedentemente menzionato con il massimo segnato a marzo a 0.9518 dollari canadesi.

Al momento, considerando la price action di medio periodo, si vuole privilegiare un’operatività short alla rottura dei minimi di venerdì con stop loss al di sopra del livello statico chiave.

SCENARIO LONG

Long da 0.8796 con stop loss fissato a 0.8744, target intermedio 0.8876, target finale 0.8993.

SCENARIO SHORT

Short da 0.8745 con stop loss fissato a 0.8795, target intermedio a 0.8700, target finale 0.8640.

Iscriviti ora alla newsletter di Money.it

Scopri le ultime analisi e notizie dal mondo dell’economia, della finanza e del Forex.