Stocastico

L’indicatore stocastico è uno degli strumenti più utilizzato dai trader esperti che vogliono applicare delle analisi più complesse. L’oscillatore stocastico infatti permette di calcolare il momentum, cioè la velocità di movimento del prezzo.
Questo tipo di strumento è molto utilizzato nell’analisi tecnica e nello studio dei prezzi mediante grafici.

L’indicatore stocastico permette all’investitore di individuare i segnali di entrata ed uscita su un determinato strumento finanziario. Lo stocastico esamina quanto le chiusure delle barre siano vicine al massimo e al minimo del periodo.
Le chiusure di barre vicine al massimo indicano l’inizio di un trend ribassista, mentre chiusure vicino al minimo indicano l’arrivo di un trend rialzista.

L’oscillatore stocastico venne ideato da George Lane nel lontano 1970, che mise in rapporto i valori massimi e minimi di prezzo in un determinato lasso di tempo. Adesso l’indicatore stocastico è uno degli strumenti più utilizzati dai trader tecnici e si trova in tutti i broker.

Ci sono inoltre differenti tipi di oscillatore stocastico, che sono:

  • oscillatore stocastico veloce;
  • oscillatore stocastico lento;
  • oscillatore stocastico completo.

Le tre tipologie di indicatore stocastico indicano dei valori differenti e vengono utilizzati dai trader con intenzioni diverse.

Oscillatore stocastico veloce

È la tipologia che maggiormente si avvicina all’idea iniziale di George Lane e che ne rispecchia di più l’intento. Mediante l’oscillatore stocastico veloce si mettono in relazione massimi e minimi di prezzo di un determinato periodo di tempo, tracciando così il valore %K e il valore %D, che è la media mobile del valore %K.

Questo tipo di indicatore stocastico non è però molto utilizzato, dal momento che risulta troppo reattivo e difficilmente si riescono a comprenderne i dati. Per questo è stato creato un altro tipo di oscillatore: lo stocastico lento.

Oscillatore stocastico lento

Di gran lunga più utilizzato del veloce, è uno degli strumenti maggiormente utilizzati dai trader tecnici per le loro analisi.
In questa versione dell’oscillatore la linea del valore %K è disegnata come media mobile a 3 periodi di quella %D dello stocastico veloce.

Oscillatore stocastico completo

Questa è senza dubbio la versione più utilizzata dai trader, dal momento che permette agli investitori di personalizzare la versione lenta dell’oscillatore. La sua versatilità lo rende quindi l’indicatore di momentum più amato dai trader, che possono importare numeri di periodi in generale.

Per sapere come utilizzare questo strumento Money.it vi consiglia di leggere Indicatore stocastico: come utilizzarlo al meglio, in modo da avere un’idea chiara di come utilizzare questo strumento.

Stocastico , ultimi articoli su Money.it

Money.it

Trend nel Forex: cosa sono, come identificarli e sfruttarli

Pubblicato il 26 ottobre 2016 alle 16:05

I trader devono sapere con esattezza cos’è un trend, come si trova e in che modo si può sfruttare per il Forex, dato sono importanti per l’analisi tecnica. Vediamo insieme tutto quello che c’è da sapere sui trend del Forex

Money.it

Oscillatori: quali sono e come si usano

Pubblicato il 25 ottobre 2016 alle 10:46

Gli oscillatori sono un particolare tipo di indicatore utilizzato nel trading. Ecco quali sono i principali e come si usano nel mercato del Forex.