Analisi tecnica Saipem: le tensioni con Consob non impattano sul quadro grafico

La tenuta dei supporti di area 3,08 emersa nelle ultime due settimane potrebbe aprire nuove strade rialziste per il titolo della controllata dell’Eni

Analisi tecnica Saipem: le tensioni con Consob non impattano sul quadro grafico

Quotazioni in lieve ribasso quest’oggi per Saipem, con le azioni della controllata dell’Eni che al momento passano di mano a 3,128 euro, in flessione dello 0,37% rispetto ai valori di chiusura di ieri. Gli investitori sembrano dunque mantenere una discreta calma nonostante le tensioni che vedono contrapposte Saipem e Consob.

Da un punto di vista tecnico e grafico, con il mese di aprile l’impostazione grafica del titolo di San Donato Milanese ha fatto registrare un miglioramento della struttura che potrebbe segnare l’inizio di una nuova fase di rialzo.

A spingere in questa direzione alcune indicazioni ricavate dall’analisi del grafico con un timeframe settimanale e di quello con timeframe giornaliero. La prima nota di rilievo emerge proprio dal weekly chart, grafico che mostra come il titolo in occasione dei minimi delle ultime due settimane abbia trovato un valido sostegno nei supporti statici posti in prossimità dei 3,08 euro, valore registrato all’indomani della tornata elettorale italiana dello scorso 4 marzo.

Un altro fattore che si inserisce in una strada rialzista, almeno dal punto di vista tecnico, è rappresentato dalla candela della scorsa ottava. Oltre al già citato test dei supporti statici, la candela ha infatti permesso di archiviare la settimana di Borsa sopra a quelle che erano le resistenze statiche di breve poste a 3,198 euro.

Due indizi long che però in questa fase devono trovare la forza di spingere le quotazioni di Saipem oltre le resistenze dinamiche espresse sul weekly chart dalla trendline ribassista disegnata con i top decrescenti del marzo 2018 e attualmente transitante in area 3,30 euro.


Grafico settimanale Saipem, fonte dati Bloomberg al 17/04/2018

Spostando l’analisi al daily chart, quello che si nota subito è il completamento, avvenuto con i rialzi del 12 aprile, di un doppio minimo in costruzione dal 29 marzo e avente nelle sedute del 4 e del 9 aprile i due low di riferimento.

L’estensione al rialzo di questa figura di inversione dell’analisi tecnica avrebbe come target i 3,32 euro, valore che se raggiunto permetterebbe a Saipem di oltrepassare al rialzo le resistenze dinamiche fornite dalla linea di tendenza ottenuta unendo i massimi del 26 febbraio e 9 marzo.

Detta linea di tendenza ha ostacolato le velleità rialziste di Saipem nel corso delle ultime tre giornate di Borsa e rappresenta l’ultimo vero ostacolo prima di una ripartenza delle quotazioni verso i massimi di metà marzo.


Grafico giornaliero Saipem, fonte dati Bloomberg al 17/04/2018

Strategia operativa

Partendo da questi presupposti, chi volesse valutare l’implementazione di una strategia rialzista su Saipem potrebbe posizionarsi in acquisto nell’intervallo compreso tra i 3,152 euro e i 3,198 euro. Con stop che scatterebbe in caso di chiusure di seduta sotto i 3,05 euro, i target si avrebbero dapprima a 3,48 euro e successivamente a 2,565 euro.

Iscriviti alla newsletter

Argomenti:

analisi tecnica

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Ufficio Studi Money.it -

Analisi Forex: quotazioni euro su franco svizzero verso recupero soglia Peg di 1,20

Analisi Forex: quotazioni euro su franco svizzero verso recupero soglia Peg di 1,20

Commenta

Condividi